"Tenebra" di David Pratelli al Buk di Modena

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Fa parlare di sè per la sua poliedricità, la sua straordinaria capacità di imitare trasformandosi in mille volti e dando ad ognuno di essi una voce diversa, lo ha definitivamente consacrato al grande pubblico. In pochi però, conoscono la sua passione, il suo lato oscuro... scrivere romanzi gialli.

Si stiamo parlando di David Pratelli, toscano, classe 1970, attore, comico, cabarettista, brillante show men, e soprattutto imitatore, alter ego mediatico di Carlo Conti (esilarante il recente vis a vis con "l'originale" Carlo Conti a La vita in diretta prima della serata finale del Festival di Sanremo) Christian De Sica, Adriano Celentano, solo per citarne alcuni, che spinto dalla passione di sempre verso i gialli e i misteri, approda nel mondo della narrativa indossando così la veste di scrittore.

Il suo primo romanzo si intitola Tenebra, un giallo horror ambientato nella capitale che ha come protagonista Lucas, un uomo dal carattere timido e introverso che all'età di 16 anni compie un atto atroce che lo segnerà per tutta la vita, trasformandolo dopo venti anni in un serial killer. Uccidere le donne che lo rifiutano o lo deridono provoca in lui un senso di libertà. Nella vicenda assumono un ruolo rilevante le figure di due commissari, Taddei e Soavi che cercano di fermare la furia omicida del "tenebroso". Il finale non è assolutamente scontato e il ritmo incalzante lascia il lettore con il fiato sospeso fino all'ultima riga. Partendo dal salone del libro di Torino, Tenebra ha girato varie piazze e manifestazioni culturali e il 21 e 22 Febbraio 2015, sarà presente alla VIII edizione del Festival della piccola e media editoria Buk di Modena c/o stand della casa Editrice Kimerik.

Torna su
ModenaToday è in caricamento