Presidio davanti alla fabbrica, tensioni tra lavoratori e polizia alla Castelfrigo

Momenti di tensione quando i dipendenti non disposti a scioperare hanno voluto entrare stamani nella fabbrica di Castelnuovo. Scorta della Polizia e spintoni con i manifestanti. Paglia (Sel): “C'erano vigilantes aggressivi”

Per entrare in fabbrica è stata necessaria la scorta degli agenti di Polizia in assetto anti-sommossa. è successo anche questo, questa mattina davanti ai cancelli della Castelfrigo, l'azienda di Castelnuovo Rangone specializzata nella lavorazione di carne suina fresca e accusata di "sfruttamento" dai sindacati. In quell'azienda, infatti, a circa 150 'facchini', addetti viene applicato il contratto del facchinaggio ma in realtà lavorano la carne e da giorni monta la protesta, con scioperi e presidi, per sanare la disparità di condizioni. 

E anche stamattina, appunto, come riferisce la Cgil di Modena c'è stata tensione quando la Polizia ha dovuto scortare i lavoratori che volevano entrare in fabbrica. Il sindacato vuole trattare di condizioni di lavoro e clausola sociale, ma Castelfrigo "si organizza per resistere: c'è stato un contropresidio", evidenzia la Cgil con i suoi funzionari. Per Tania Scacchetti, segertaria della Camera del lavoro di Modena, politica, Istituzioni e sistema imprenditoriale "non possono chiudere gli occhi" e sono necessarie "risposte urgenti, immediate e risolutive", sollecita via Facebook. 

IL VIDEO – Tensioni alla Castelfrigo

E sempre il profilo Facebook della Cgil diffonde una intervista al parlamentare di Sel Giovanni Paglia che racconta di aver visto oggi, davanti all'azienda, "vigilantes privati con un atteggiamento molto aggressivo". E questo "non aiuta" ad uscire dal braccio di ferro. Paglia annuncia anche una interpellanza al Governo per sollecitare e favore una soluzione della vertenza che "rispetti i diritti dei lavoratori". 

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

Torna su
ModenaToday è in caricamento