Presidio davanti alla fabbrica, tensioni tra lavoratori e polizia alla Castelfrigo

Momenti di tensione quando i dipendenti non disposti a scioperare hanno voluto entrare stamani nella fabbrica di Castelnuovo. Scorta della Polizia e spintoni con i manifestanti. Paglia (Sel): “C'erano vigilantes aggressivi”

Per entrare in fabbrica è stata necessaria la scorta degli agenti di Polizia in assetto anti-sommossa. è successo anche questo, questa mattina davanti ai cancelli della Castelfrigo, l'azienda di Castelnuovo Rangone specializzata nella lavorazione di carne suina fresca e accusata di "sfruttamento" dai sindacati. In quell'azienda, infatti, a circa 150 'facchini', addetti viene applicato il contratto del facchinaggio ma in realtà lavorano la carne e da giorni monta la protesta, con scioperi e presidi, per sanare la disparità di condizioni. 

E anche stamattina, appunto, come riferisce la Cgil di Modena c'è stata tensione quando la Polizia ha dovuto scortare i lavoratori che volevano entrare in fabbrica. Il sindacato vuole trattare di condizioni di lavoro e clausola sociale, ma Castelfrigo "si organizza per resistere: c'è stato un contropresidio", evidenzia la Cgil con i suoi funzionari. Per Tania Scacchetti, segertaria della Camera del lavoro di Modena, politica, Istituzioni e sistema imprenditoriale "non possono chiudere gli occhi" e sono necessarie "risposte urgenti, immediate e risolutive", sollecita via Facebook. 

IL VIDEO – Tensioni alla Castelfrigo

E sempre il profilo Facebook della Cgil diffonde una intervista al parlamentare di Sel Giovanni Paglia che racconta di aver visto oggi, davanti all'azienda, "vigilantes privati con un atteggiamento molto aggressivo". E questo "non aiuta" ad uscire dal braccio di ferro. Paglia annuncia anche una interpellanza al Governo per sollecitare e favore una soluzione della vertenza che "rispetti i diritti dei lavoratori". 

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento