Terre d'Argine. Riprendono le attività nei centri per ragazzi di DSA

Il progetto ha come obiettivo principale il fornire un metodo di studio efficace basato sullo stile d'apprendimento di ciascun alunno attraverso lo svolgimento quotidiano dei compiti scolastici

Il centro educativo Up-Prendo-Associazione Effatà Onlus e il Settore Istruzione dell'Unione delle Terre D'Argine, rendono noto l'inizio delle attività per l'anno scolastico 2016/17. Il Centro, attivo dal 2004 e co-finanziato attraverso un contributo dall'Unione a seguito di una gara pubblica, è rivolto a bambini e ragazzi con Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA) di tutto il territorio dell'Unione.
Ha come obiettivo principale il fornire un metodo di studio efficace basato sullo stile d'apprendimento di ciascun alunno attraverso lo svolgimento quotidiano dei compiti scolastici, con l'uso di strumenti adeguati per favorire lo sviluppo dell'autonomia nello studio. In particolare vengono utilizzati metodi e strumenti efficaci al trattamento del disturbo (strumenti compensativi, dispensativi, ecc.) e ogni ragazzo può usufruire di strumentazioni informatiche con diversi programmi didattici e compensativi, nella consapevolezza che sia necessario avere sempre a disposizione le più moderne tecnologie per venire incontro alle reali difficoltà degli utenti. Dal 2010 il Centro ha accolto mediamente 120 ragazzi all'anno, frequentanti le scuole primarie e secondarie dell'Unione, seguiti da personale specializzato nel rapporto di 1 (operatore) a 3 (ragazzi). Up-prendo propone non solo attività finalizzate all'acquisizione di un metodo di studio e all'organizzazione del lavoro scolastico, ma anche momenti di socializzazione e di confronto sui vissuti dei ragazzi, con un buon riscontro da parte delle famiglie e ottimi risultati scolastici. Gli operatori interagiscono costantemente con i docenti delle scuole primarie e secondarie dell'Unione, sia in fase di progettazione degli interventi, sia in quella di definizione degli stessi a livello metodologico e didattico supportati anche dal Servizio di Neuropsichiatria Infantile.
Up Prendo riaprirà il 19 settembre a Carpi in via Santa Chiara 18, dal lunedì al giovedì dalle ore 14.30 alle ore 19. Sempre quel giorno inizierà il servizio nella sede di Campogalliano, presso le scuole secondarie San Giovanni Bosco, il martedì e il giovedì dalle ore 14.30 alle ore 18.45; nella sede di Soliera presso le scuole secondarie "Sassi" il lunedì e il mercoledì dalle ore 14.30 alle ore 18.45.
In data 21 settembre verrà poi organizzata una serata per parlare di dislessia e presentare il progetto della nuova sede distaccata di Up-prendo presso le scuole Gasparini di Rovereto sulla Secchia. Per l'occasione saranno presenti, oltre agli operatori e agli esperti del centro, l'Assessore alle politiche educative, scolastiche e culturali di Novi, il Responsabile Area servizi educativi e scolastici dell'Unione delle Terre d'Argine e la Vicepreside dell'Istituto Comprensivo di Novi. Il nuovo servizio specificamente rivolto a bambini e ragazzi del territorio di Novi di Modena verrà avviato da lunedì 17 ottobre presso una nuova sede ubicata all'interno delle scuole di Rovereto, tutti i lunedì e mercoledì dalle ore 14.30 alle ore 18.45 (l'organizzazione prevede due diversi turni di due ore ciascuno).
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio, 7 positivi a Modena. Si tratta di due focolai famigliari

  • Coronavirus, stranieri positivi rientrati in Italia e isolati. Salgono di 51 i casi in regione

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in ospedale

  • Nubifragio e allagamenti, disagi lungo la Pedemontana per gli smottamenti

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

Torna su
ModenaToday è in caricamento