Mirandola, la rabbia del sindaco Benatti: "Le banche facciano il loro dovere"

La fascia tricolore della città dei Pio striglia gli istituti di credito: "In molti casi stanno bloccando gli aiuti ed i contributi con un atteggiamento cinico e non costruttivo: i contributi e le risorse ci sono, le procedure di richiesta e di verifica stanno ingranando, ma ora le banche stanno mettendo ostacoli e bloccando i pagamenti"

Maino Benatti

Sempre più gravi i ritardi nei pagamenti per le opere di ricostruzione nella Bassa Modenese, la comunità non sa cosa fare e le banche mettono i bastoni tra le ruote. Questa la situazione nelle zone colpite dal sisma dello scorso maggio, situazione che ha costretto il sindaco della città dei Pico a prendere una dura posizione: "Le banche non stanno facendo le banche, ovvero non si stanno mettendo a disposizione delle imprese e delle famiglie per la ricostruzione dei Comuni terremotati - ha esordito - In molti casi stanno invece bloccando gli aiuti ed i contributi con un atteggiamento cinico e non costruttivo. I contributi e le risorse ci sono, le procedure di richiesta e di verifica stanno ingranando, ma ora le banche, che dovrebbero limitarsi a distribuire soldi non loro, stanno mettendo ostacoli e bloccando i pagamenti. Questo è inaccettabile. Chiedo che il Presidente della Regione Vasco Errani ed il Ministro dell’Economia Vittorio Grilli intervengano al più presto sull’Abi e sui singoli istituti bancari, per ridare slancio alla ricostruzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Un contagio da Coronavirus anche nel modenese, ricoverato al Policlinico

  • Scontro in via Salvo D'Acquisto, l'ambulanza si ribalta

Torna su
ModenaToday è in caricamento