lunedì, 24 novembre 8℃

Comunicato stampa

Scuole, partono i cantieri: lavori per oltre 2 milioni di euro

Comunicato -  
Redazione 3 agosto 2012

Nelle scuole della città di Modena partono in questi giorni i lavori per realizzare gli interventi di ripristino necessari per cancellare le tracce più o meno profonde lasciate dal terremoto, dopo che nelle scorse settimane i tecnici del Comune hanno definito le progettazioni e le pratiche amministrative indispensabili all’avvio dei cantieri. Lo sforzo economico complessivo in questa fase è di oltre due milioni di euro finanziati in gran parte con i contributi regionali per gli interventi previsti nelle elementari e nelle medie. Del pacchetto fa parte anche l’adeguamento delle ex Marconi per ospitare il liceo socio-psico-pedagogico Carlo Sigonio: sugli 850 mila euro di costo, il contributo della Regione sarà di 600 mila euro.

“I cantieri aperti in agosto nelle scuole saranno complessivamente 15 – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Antonino Marino – con l’obiettivo, grazie al contributo della Regione, di concludere i lavori in modo che il 17 settembre le lezioni possano iniziare senza problemi. Per garantire il rispetto dei tempi, l’impegno sarà costante per tutto il mese di agosto”. Nove le scuole elementari in cui si aprono altrettanti cantieri: Bersani di Albareto, Pier Luigi da Palestrina, Lanfranco, Giacomo Leopardi, Saliceto Panaro, San Giovanni Bosco, Galileo Galilei, Buon Pastore e Don Milani. I tecnici si occuperanno di cancellare i danni subiti solo da muri, divisorie e crepe superficiali. Il costo totale per queste elementari è di 450 mila euro.

Per le medie Carducci è previsto un intervento da 210 mila euro. La scuola è in cemento armato e, secondo i tecnici, ha subito dei distacchi tipici tra il cemento e i tamponamenti esterni. Questi lavori saranno effettuati utilizzando moderne tecnologie. Per la medie Guidotti Mistrali, costruite in epoche diverse, sono previsti lavori per 180 mila euro. I due immobili rimarranno leggermente staccati per consentire spazi di oscillazione in caso di sisma. Sono previsti anche 30 mila euro per consolidare le pareti divisorie del Centro territoriale di alfabetizzazione in via Monte Kosica.

Più complesso l’intervento dei tecnici alle scuole medie De Amicis dove è prevista una spesa di 330 mila euro. La costruzione è in muratura e risale agli inizi del secolo scorso. I lavori principali saranno dedicati alle due torrette e al collegamento tra le varie parti dell’immobile. I progetti di intervento, tutti con il parere favorevole dell’Ufficio tecnico speciale della Regione Emilia Romagna, sono stati studiati dai tecnici del settore Lavori pubblici che seguiranno anche la direzione lavori, senza interruzioni per periodi di ferie. Nelle scuole sono previsti anche altri interventi di minore rilievo su aspetti che non interferiscono con la didattica e che non hanno implicazioni sulla sicurezza. Non essendo urgenti, saranno realizzati nelle pause invernali.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday