giovedì, 21 agosto 22℃

Torre di Finale Emilia, dal Conai 400mila euro per la ricostruzione

Ricostruzione resa possibile grazie a un importante contributo da parte del Consorzio Nazionale Imballaggi. A questo si aggiunge l'impegno di Federlegno per l'edificazione di un asilo interamente in legno

Cristina Battista 11 dicembre 2012

Uno dei simboli di Finale Emilia, la Torre dei Modenesi, fortemente danneggiata dal sisma, sarà ricostruita grazie ad un importante contributo di 400 mila euro da parte del CONAI, Consorzio Nazionale Imballaggi. Interessamento e proposta portano il nome di Simona Arletti, assessore all’Ambiente del Comune di Modena e componente del comitato di coordinamento: “Mi è sembrato opportuno avanzare la proposta di un atto di responsabilità dei consorzi di imballaggi che fanno capo all’accordo quadro Anci-Conai”, commenta Simona Arletti. “Come unica rappresentante dell’Emilia Romagna ho illustrato la situazione sul territorio e sollecitato lo sforzo per promuovere la ripresa, anche con l’aiuto dal settore della gestione dei rifiuti.

Non bisogna dimenticare che nelle zone è necessario procedere allo smaltimento delle materie e ci sarà molto lavoro da fare, conclude l’assessore, ed è giusto che una parte dei corrispettivi economici derivanti dalla differenziazione dei rifiuti sia investita nel territorio”. Ai 400 mila euro si aggiunge l’impegno di Federlegno, uno dei consorzi che fa parte del Conai, per la ricostruzione di un asilo interamente in legno a Finale Emilia.

Annuncio promozionale

Il Comitato di Coordinamento dell’Accordo Quadro Anci-Conai è il gruppo di amministratori pubblici e presidenti dei consorzi aderenti che si occupa di coordinare le attività di adesione e sottoscrizione dei Comuni come descritte dal documento di intesa nazionale sottoscritto da Anci, Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e Conai, il Consorzio Nazionale Imballaggi dei produttori e degli utilizzatori di imballaggi. L’accordo costituisce lo strumento con cui Conai garantisce la copertura dei costi per la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi e i Comuni sottoscrittori hanno la garanzia dell’avvio a riciclo dei materiali conferiti e ottengono un corrispettivo economico in funzione della quantità e della qualità di quanto differenziato.

Finale Emilia
ricostruzione

Commenti