Scomparsi. Ritrovato lungo la ferrovia il cadavere di Aurora Lagianella

Un tecnico RFI ha notato un corpo riverso a terra in corrispondenza di via Paolucci. Le autorità hanno confermato l'identità della donna scomparsa il 9 dicembre scorso

La triste scoperta è stata fatta intorno alle ore 17, quando un tecnico della società RFI al lavoro li go la linea ferroviaria ha avvertito le forze dell'ordine dopo aver notato la presenza di un corpo senza vita riverso tra la vegetazione, in un tratto isolato accanto ai binari. Il ritrovamento è avvenuto nel tratto della linea verso Reggio Emilia che costeggia via Paolucci, a circa un km dalla stazione ferroviaria e a duecento metri dall'inizio del tratto dismesso della linea.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e il medico del 118 e il cadavere è stato identificato in quello di Aurora Lagiannella, la 76enne scomparsa lo scorso 9 dicembre dal parcheggio del centro commerciale I Portali.

In questi due mesi le ricerche dell'anziana erano proseguire senza sosta, sia da parte dei Vigili del Fuoco che da parte dei famigliari aiutati da gruppi di volontari. In attesa degli accertamenti della Medicina Legale sembrano escluse ipotesi delittuose, per quanto il luogo del ritrovamento sia insolito e non facile da raggiungere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Caduta sulla rotonda di Vaciglio, grave un cicloamatore

  • Truffa del CD-rom, incastrato un 45enne dopo sette colpi in città

  • Sale su un traliccio alla stazione e minaccia di gettarsi, salvata dai Carabinieri

Torna su
ModenaToday è in caricamento