"Cresta" sugli abbonamenti e fatture false, denunciata reponsabile della palestra

I Carabinieri hanno deferito per truffa e appropriazione indebita una 33enne fioranese, che grazie al ruolo di responsabile della filiale modenese di un noto gruppo avrebbe intascato indebitamente quasi 16 mila euro nell'arco di due mesi, alterando i conti

Nei giorni scorsi è stata formalizzata da parte dei Carabinieri di Modena la denuncia a carico di una donna di 33 anni residente a Fiorano Modenese, accusata dei reati di truffa e di appropriazione indebita. I fatti sono connessi alla sua attività lavorativa: la donna è stata infatti responsabile della filiale Tonic Club, la palestra di via Padovani che offre non solo area fitness, ma anche piscina e centro benessere.

L'Arma ha redicontato una cifra pari a 15.600 euro che la 33enne si sarebbe intascata in maniera truffaldina. Per farlo avrebbe complilato fatture false, lucrando sugli abbonamenti dei clienti, nel periodo compreso tra giugno e luglio del 2016. 

La palestra fa parte di un circuito che conta una dozzina di attività in tutta Italia ed è stata proprio la società titolare a notare incongruenze sul piano fiscale. Ora sarà il Tribunale a doversi esrpimere sul caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagiati. Casi anche a Sassuolo e Maranello

  • Coronavirus, raggiunta quota 47 contagi in regione. A Modena sono 8 gli ammalati

Torna su
ModenaToday è in caricamento