Truffano un produttore di Brunello, in quattro finiscono nei guai

Hanno acquistato bottiglie di Brunello di Montalcino per ben 4.000 euro, pagando con un assegno rubato. I Carabinieri senesi hanno denunciato due modenesi, un bolognese e un reggiano

Un altro imprenditore dell'agroalimentare ha dovuto fare i conti con una banda di truffatori. Questa volta la vittima non è stato un produttore di Parmigiano o di salumi locali, bensì il titolare di un'azienda agricola di Montalcino, produttrice del celebre Brunello. Una banda composta da quattro emiliani, di cui due modenesi, ha infatti colpito in trasferta nella provincia senese.

Sono stati proprio i Carabinieri di Montalcino a risalire all'identità dei quattro. I malviventi erano riusciti ad acquistare bottiglie di Brunello presso il podere in questione, staccando un assegno da 4.000 euro. L'imprenditore aveva dovuto constatare amaramente, una volta giunto in banca, che il contrassegno era scoperto. I militari hanno poi scoperto che il tagliando era stato rubato ad una donna bolognese qualche tempo fa.

Le indagini degli uomini dell'Arma hanno quindi premesso di incastrare tutti e quattro i componenti della banda: due modenesi di 42 e 82 anni, un reggiano di 47 e un bolognese di 67. I quattro sono vecchie conoscenze delle forze dell’ordine e sono stati denunciati per truffa e ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento