Truffe ai ristoranti, rispunta il finto organizzatori di tornei sportivi

Chiede cifre in contanti in cambio di sposorizzazioni e cene relative a tornei sportivi che non si disputeranno mai: i Carabinieri hanno nuovamente denunciato un sammarinese di 29 anni dopo un colpo ai danni di un locale di Fiorano. Sequestrata la sua auto

Si è presentato ad un ristoratore di Fiorano Modenese, spiegando che stava organizzando un torneo di calcio e chiedendo una sponsorizzazione. In cambio di una cifra non certo elevata, il nome del locale sarebbe stato stampato sulle maglie dei giocatori e le squadre avrebbero cenato nel locale stesso. E' questo il copione seguito anche nei giorni scorsi da un giovane, residente a San Marino e già noto per questo genere di truffe messe a segno in tutta la regione.

Il ristoratore fioranese ha accettato la proposta del 29enne, consegnando 100 euro in contanti, salvo poi maturare qualche sospetto e allertare i Carabinieri della Compagnia di Sassuolo. Gli uomini dell'Arma sono intervenuti in tempi rapidi e sono riusciti ad individuare il giovane truffatore mentre si stava allontanando in auto.

Una volta identificato e accompagnato in caserma, il sammarinese è stato denunciato per truffa – l'ennesima – ma non ha potuto fare rientro “in patria” così facilmente. I Carabinieri, infatti, hanno anche scoperto che il giovane aveva maturato un cospicuo debito nei confronti di Autostrade Spa, avendo alle spalle oltre 1.000 euro di pedaggi non pagati. Per questo motivo la sua auto è stata posta sotto sequestro giudiziario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Pesanti tagli per Unicredit, "A rischio una ventina di filiali tra Modena e Reggio"

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • Lite e coltellata a scuola fra due studenti. Intervengono i carabinieri

Torna su
ModenaToday è in caricamento