“Provi questo telecomando per proteggere i gioielli”, anziana truffata

Una 80enne ha perso i monili di famiglia, rubati da una giovane che si è presentata come attivista di un'associazione benefica di sostegno agli anziani. Indagano i Carabinieri di Novi di Modena

Nel nostro territorio, precisamente a Novi di Modena, i malviventi hanno ideato una nuova formula per truffare gli anziani soli. Dopo i finti avvocati, i finti poliziotti e i finti addetti di luce e gas, ora tocca a chi si finge addirittura un rappresentante di un'associazione benefica con l'obbiettivo di tutelare gli anziani. Un modo ancora più subdolo per approcciare le vittime più deboli, che purtroppo ha già avuto il battesimo del fuoco.

A farne le spese è stata una 80enne residente a Novi, che ieri è stata raggiunta a casa da una giovane donna, che si è qualificata appunto come attivista di una onlus, invitando la signora a provare un innovativo strumento, un telecomando antifurto pensato per mettere al sicuro gli oggetti di valore. Con questa scusa, circuendo l'anziana, la truffatrice è entrata in casa e ha fatto esporre alla vittima i propri gioielli.

Non è servito poi molto per intascarsi i monili distraendo l'80enne e fuggire senza lasciare traccia. La vittima ha denunciato quanto accaduto ai Carabinieri, che hanno aperto le indagini nel tentativo di risalire all'identità della malvivente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento