Ruba l'identità ad un connazionale per aprire una American Express, cinese denunciato

I Carabinieri di Carpi sono risaliti all'identità di un 25enne orientale che aveva truffato un coetaneo residente a Carpi, aprendo a suo nome una carta di credito e spendendo mille euro

Nelle scorse settimane un giovane cittadino cinese residente a Carpi aveva ricevuto una brutta sorpresa: un addebito di circa 1.000 euro per alcune spese effettuate con una carta American Express che in realtà lui non possedeva. Subito è scattata la denuncia ai Carabinieri, che si sono attivati per risolvere quello che si configurava come un caso abbastanza acclarato di truffa.

Le indagini hanno confermato questa tesi. I militari carpigiani, infatti, hanno scoperto che un altro cittadino cinese, un 25enne residente in provincia di Prato, aveva escogitato un metodo per frodare non solo il connazionale, ma anche l'istituto di credito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il truffatore si era recato presso l'aeroporto di Catania, dove è presente un desk dove è possibile attivare le carte American Express. Qui, grazie a documenti falsificati su cui l'Arma sta indagando, ha fornito la falsa identità del coetaneo carpigiano. In seguito ha effettuato diverse spese. Ora dovrà rispondere dei reati di truffa e sostituzione di persona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. Sforata quota 10mila positivi, con 800 nuovi casi. "Trend in diminuzione"

  • Produzione ferma per troppe malattie, l'azienda prepara la denuncia poi ritratta

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

  • Centri commerciali e negozi, in Emilia-Romagna sabato e domenica confermate le chiusure

  • Boato e lieve scossa di terremoto, epicentro a Cavezzo

  • Meteo | Impennata improvvisa delle polveri sottili, vediamo perché

Torna su
ModenaToday è in caricamento