Raccolte porta a porta per i terremotati, attenzione alla truffa

Vengono segnalati a Sassuolo casi di questue porta a porta, per presunti fondi da destinare ai terremotati dell'Italia centrale. La Polizia Municipale invita a non dare denaro ed avvisare subito le Forze dell’Ordine

Giunge notizia di persone che, a Sassuolo, si recano nelle abitazioni private chiedendo donazioni, porta a porta, per i terremotati del centro Italia, spacciandosi per esponenti di associazioni o addirittura di parrocchie. Tuttavia, nessuno ha autorizzato una raccolta fondi di questo tipo, nè l’Amministrazione Comunale nè le parrocchie cittadine e neppure le associazioni di volontariato.

Lo rende noto lo stesso Comune di Sassuolo, che invita chiunque dovesse essere contattato da queste persone a non farle entrare in casa, a non dare loro denaro ed ad avvisare immediatamente le Forze dell’Ordine.

Per la ricostruzione delle realtà colpite dal terremoto il 24 agosto scorso, che seguirà l’immediata fase d’emergenza, c’è bisogno dell’aiuto di tutti ma gli unici modi per effettuare donazioni sono i bonifici sui conti correnti istituiti appositamente da Unione dei Comuni del Distretto Ceramico e dalla Provincia di Modena, oltre che naturalmente il numero 45500 componendo il quale è possibile inviare 2€ attraverso un sms.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate mute e squilli dalla Tunisia, anche a Modena boom di truffe "ping calls”

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Il futuro dell’Oncologia modenese, riconoscimenti per tre giovani ricercatori

  • Colleziona 175 multe in due anni, la Muncipale scopre anche una maxi evasione

  • Madre denuncia la scomparsa del figlio, rintracciato in carcere a Oslo

  • Malfunzionamento della caldaia: padre, madre e bimba di 2 anni al pronto soccorso

Torna su
ModenaToday è in caricamento