Vasco Rossi ritorna a casa: è stato dimesso dalla clinica Villalba

Dopo quasi due mesi di ricovero, il Blasco ha ricevuto l'ok dai medici. La portavoce Tania Sachs: ""l'uscita è definitiva: la cura di antibiotici di sei settimane è finita e Vasco ora sta bene"

Vasco Rossi

"Penso di aver pagato ormai il 'conto' al mio fisico e adesso voglio il resto". Così ieri sera Vasco Rossi nell'annunciare su Facebook le sue dimissioni dalla clinica bolognese Villalba dopo circa due mesi di ricovero, annuncio dato con l'immancabile "clippino" di festeggiamento: "Sono pronto a ritornare Vasco", ha assicurato alle migliaia di fans che hanno immediatamente reagito festosamente. La portavoce Tania Sachs ha confermato che "l'uscita è definitiva: la cura di antibiotici di sei settimane è finita e Vasco ora sta bene".

La difficile estate del cantante era iniziata poco dopo metà luglio con un ricovero d'urgenza a Villalba, per la frattura di una costola che gli aveva causato un dolore fortissimo patito soprattutto nel live a Milano allo Stadio San Siro. Il "riposo assoluto" prescritto dall'equipe di medici che lo segue, lo aveva costretto a cancellare la seconda parte del tour, provocando molta apprensione nei fans per il timore che la diagnosi potesse essere molto più grave. Vasco ha dovuto anche disertare al Festival di Venezia la presentazione del documentario biografico "Questa storia qua", per il quale ha composto l'ultimo singolo "I soliti".

In agosto ha lasciato la clinica ma ci è presto, prima per altri esami e poi per un nuovo e prolungato ricovero: dal suo "esilio" ospedaliero ha iniziato a utilizzare la sua pagina ufficiale di Facebook per inviare clippini, successivamente presi di mira da Maurizio Crozza, e messaggi a ripetizione. Prima ha confessato che un mix di psicofarmaci lo ha salvato dalla depressione, quindi ha tentato più volte di spiegare che le annunciate dimissioni da rockstar significavano non un ritiro dalle scene, ma un cambio di direzione artistica. Poi è tornato ad attaccare il grande nemico Ligabue, ha polemizzato con il sottosegretario Carlo Giovanardi e più brevemente, ma con sentita veemenza, contro l'enciclopedia satirica Nonciclopedia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Bambina di sei anni precipita dalla seggiovia, paura sul cimone

  • Spaccio e clandestini, chiuso per dieci giorni il bar Nuovo Fiore

  • Regionali. Bonaccini esulta, domani sera festa in Piazza Grande

Torna su
ModenaToday è in caricamento