Truffa dei diamanti a Vasco Rossi. Come andarono i fatti, parla la segretaria

Escono nuove notizie da Il Corriere della Sera sul caso dei diamanti

Continua a far parlare di sè il caso della truffa dei diamanti a danni di diversi investitori tra cui il noto rocker modenese Vasco Rossi. Ad approfondire la situazione è un articolo de Il Corriere della Sera nel quale la segretaria Daniela Fregni racconta come sono andati i fatti dichiarando: “L’investimento mi è stato proposto per diversificare il portafoglio titoli di Vasco, con l’acquisto di beni di rifugio. Il direttore del Banco popolare diventato poi Banco Bpm, mi presentò l’affare come un investimento sicuro in grado di garantire un ottimo rendimento nel tempo. L’importo richiesto, mi fece capire era l’esatto valore del bene acquistato”.

Secondo quanto riportato da I Giornale e da Il Corriere la transazionenon sarebbe avvenuta attraverso le società di diamanti ma tramite il direttore della banca. Infatti, la segretaria avrebbe detto che è con quest'ultimo che avrebbe avuto l'unico contatto. Un investimento che sarebbe nato come bene rifugio ma valutati il doppio del valore di mercato secondo la stima della International Diamond Business e della Diamond Private Investiment. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Cena aziendale degenera, minaccia il collega armato di coltello e forchettone

  • Truffa del CD-rom, incastrato un 45enne dopo sette colpi in città

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Si affrontano in strada per una donna "contesa", feriti e denunciati

Torna su
ModenaToday è in caricamento