Voucher "camuffati", la Cgil protesterà a Mirandola da Mattarella

Iniziativa del sindacato in occasione della visita del Presidente della Repubblica al convegno sui cinque anni dal sisma. I rappresentanti dei lavoratori chiederanno di essere ricevuti dal Capo dello Stato

"La scelta di introdurre nella manovra di correzione dei conti nuove forme di lavoro occasionale dopo l’abrogazione dei voucher decisa solo poche settimane fa dal Governo, è inaccettabile e inqualificabile". Questa la chiara posizione della Cgil sul fronte dei voucher, per la cui abolizione il sindacato sta portando avanti una campagna referedaria, resa incerta dalle decisioni dell'Essecutivo.

Reazioni e proteste si stanno avendo in tutta Italia e anche a Modena numerose Rsu sindacali si stanno mobilitando, tra le prime prese di posizione sinora pervenute quelle delle Rsu Bonfiglioli, Rsu/Rsa Fp/Cgil distretto di Carpi, Rsu Grandi Salumifici Italiani, Rsu Ansa Tech, Rsu Coop Alleanza Modena, Rsu Sixtema, Rsu Fiom O.M.G., Rsu Manitou Castelfranco, Rsu Safim, Rsu Tema Spa, Rsa Fiom Ferrari e Rsa Fiom Cnh S.Matteo, e altre adesioni sono attese nelle prossime ore e giorni. 

La Cgil manifesterà il proprio dissenso anche lunedì mattina 29 maggio quando sarà presente con una propria delegazione alle ore 9.30 all’iniziativa presso l’Auditorium Rita Levi Montalcini a Mirandola alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il sindacato chiederà di incontrare il Presidente Mattarella per evidenziare le ragioni della contrarietà al provvedimento che non rispetta la volontà degli oltre 3 milioni di italiani che avevano firmato per l’abolizione dei voucher attraverso il referendum, referendum fissato per il 28 maggio e poi superato dal provvedimento del Governo di abolizione dei voucher stessi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Oggi con questi provvedimenti il Governo contraddice se stesso e prende in giro milioni di lavoratori e cittadini, si tratta di una forzatura che lede la democrazia perché i referendum sono stati primi abrogati per legge per evitare il voto popolare e oggi vengono fatti rientrare dalla finestra", aggiunge la Cgil, la cui mobilitazione continuerà anche martedì 30 maggio nel primo pomeriggio con un’ulteriore iniziativa di delegati e lavoratori che manifesteranno in città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro sulla Tangenziale di Vignola, deceduta una automobilista

  • "I caporali fuori dalla Coop", protesta davanti al supermercato di Formigine

  • Coop Alleanza 3.0, la Cgil conferma lo stato di agitazione dopo le denunce dei dipendenti

  • Apre il Drive-in di Maranello, domani la prima proiezione

  • Si presenta al Pronto Soccorso dopo una lite, ma porta con sè la cocaina. Arrestato

  • Precipita nel vuoto durante un'escursione, muore un 63enne modenese

Torna su
ModenaToday è in caricamento