La torta di tagliatelle, il dolce più emiliano di tutti

E' la torta più bella da vedere e più difficile da fare, ma il gusto vale la pena dello sforzo. Una ricetta che unisce la tradizione dei dolci con la pasta emiliana in un solo piatto

(foto di chefmorena.com)

Bellissima da vedere e buonissima da mangiare, la torta di tagliatelle o ricciolina che vogliate ha origini ferraresi e giunse a Modena probabilmente quando la nostra città divenne capitale del ducato Estense. In poco tempo diventò un piatto tipico per le feste come Natale e Pasqua. 

Gli ingredienti per il ripieno sono: 200 g di amaretti, 300 g di mandorle, 250 g di zucchero, 1 cucchiaio di farina, 1 limone, 2 cucchiai di cioccolato dolce in polvere, 3 uova, 300 g di tagliatelline fresche fatte a mano, 400 g di burro e 1 bicchiere di Sassolino. Gli ingredienti per la pasta sono: 200 g di farina ‘0', 50 g circa di burro, 2 uova intere, 100 g di zucchero, la scorza di un limone grattugiata e un po' di liquore Sassolino.

Cominciate dalla pasta setacciando due etti di farina tipo 0 e facendola cadere a forma di montagnetta sul tagliere. Al centro aggiungete il burro ammorbidito, unite 3 uove intere, lo zucchero (potete cominciare con 100 grammi), un pò di scorza di limone grattugiata e un cucchiaio di Sassolino. Impastate il tutto insieme e una volta ben lavorato l'impasto, lisciate il tutto rompendo gli eventuali grumi, quindi tirate con il mattarello per ottenere un disco di pasta, che dovrà essere un pò più grande del recipiente in cui la mettere. 

E' il momento di preparare le mandrole, che dopo averle sgusciate devono essere abbrustolite per alcuni minuti in padella su fiamma dolce. Una volta abbrustolite si tolgono dal fuoco, si stronfiano con le mani così da toglierci la pelle e si tritano finemente. E' ora di sbriciolare gli amaretti e aggiungerli alle mandorle. Aggiungete lo zucchero, un cucchiaio di farina, il limone, il cioccolato in polvere e tre uova. Stendete l'impasto sopra il disco di pasta e per completare la preparazione bisogna fare le normali tagliatelline sottoli (per intenderci quelle da capelli d'angelo). 

Disponete sul fondo di pasta l'impasto a base di mandorle e le tagliatelline ccrude. Completate con il burro, circa 400 grammi, che serve a cuocere le tagliatelle e un bicchiere di Sassolino versato sulla preparazione prima di infornarla. Sarebebbe perfetto cuocerla in forno a legna, ma va bena anche in forno a 180 gradi per 40 minuti circa. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Neve anche in pianura, allerta della Protezione Civile per domenica

  • Cronaca

    Victor in servizio anche a Modena, il nuovo cane antidroga pronto al debutto

  • Politica

    Comparti residenziali bloccati dal Comune, parte il ricorso al Tar dei costruttori

  • Cronaca

    Banda in azione, maxi furto di gasolio a Fossoli di Carpi

I più letti della settimana

  • Donna scomparsa nei parcheggio del centro commerciale I Portali, ricerche in corso

  • Inseguimenti e speronamenti nella notte, i Carabinieri fermano tre furgoni rubati

  • Residenza fasulla in Italia per intascare l'assegno di disoccupazione, marito e moglie denunciati

  • Un giorno e una notte di rave party abusivo nella cartiera abbandonata

  • Frontale lungo via Nonantolana, auto nel fosso e conducente ferito

  • Ricette della Rezdora | I tortelli dolci di Natale al forno

Torna su
ModenaToday è in caricamento