La prima app al mondo per deejay è made in Modena grazie a Fred e Jody

L’idea è di Fred e Jody, due dj che 25 anni fa cantarono al Festival di Sanremo, sta già avendo il suo successo. Si tratta di un'applicazione gratuita per smartphone dedicata ai deejay e a tutti gli utenti che amano la musica

Si chiama DjApp ed è nata a Modena grazie ad Alessandro Mattioli e Maurizio Tranchina, rispettivamente presidente e socio di Artisticoop, cooperativa di professionisti dello spettacolo nata a Modena nel 2016 e aderente a Confcooperative Modena. Nel 1993 parteciparono al Festival di Sanremo, categoria giovani,  con il brano “Noi non siamo James Dean” (su Youtube si può ancora vedere la loro esibizione). Oggi Mattioli e Tranchina, in arte Fred e Jody, sono deejay professionisti con alle spalle trent’anni di carriera nelle discoteche e club di tutt’Italia. 

"Abbiamo sperimentato noi stessi quanto sia difficile cercare un dj sui social – spiega Alessandro “Fred” Mattioli - Rispondiamo a un’esigenza molto sentita. Diamo visibilità alla nostra figura professionale". DjApp è un vero e proprio biglietto da visita digitale sul quale il deejay può linkare i propri profili Facebook, Instagram, Youtube, Mixcloud, Demodrop, Soundcloud, Spotify, Twitter, Hearthis. Il dj mette le sue produzioni (mashup, remix, video ecc.) in download e, grazie al sistema del Promo Link, una notifica arriva a tutti gli utenti di DjApp. 

"È un modo eccezionale e, per ora, unico di promuovere le nostre creazioni. In passato – sottolinea Mattioli – noi dj eravamo molto gelosi l’uno dell’altro. Ora, invece, abbiamo scoperto l’importanza della condivisione. Anzi, non è raro che remix e mashup dei dj sconosciuti risultino migliori di quelle di dj più famosi e, senza la rete, sarebbe impossibile raggiungere un pubblico vasto."

Nata due mesi fa, DjApp ha già raccolto 400 dj iscritti. Uscita sul mercato italiano, nei prossimi mesi conta di sbarcare all’estero. Non tutti sono ammessi, però: chi non dimostra di possedere un’adeguata professionalità non entra nel database. Insomma, essere appassionati di musica non basta, anche perché i gestori di DjApp sono stati contattati da organizzatori di eventi e feste private che cercano professionisti del settore. DjApp, infatti, non è solo per chi fa il deejay per lavoro. Chiunque può scaricarla e ascoltare musica 24 ore al giorno grazie alle migliori web radio, podcast e video dei djs più famosi. L’utente, dj o no, può scaricare l’app gratuitamente dagli store Apple e Play Store e cercare il dj in base al genere musicale, città, profilo, oppure ascoltare brani. Nel database, infatti, ci sono anche una trentina di web radio italiane e straniere. Per questo DjApp piace anche a chi cerca il giusto sound mentre cammina, corre, si allena o desidera semplicemente godersi un po’ di relax.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Concorrenza sleale a Esselunga: Coop condannata, ma niente risarcimento

  • Attualità

    Italpizza, l'azienda apre al confronto e la Cgil sospende lo sciopero. In campo anche Muzzarelli

  • Cronaca

    Frana accanto ad una stalla, evacuate 64 mucche a Polinago

  • Cronaca

    Via Emilia Est, tentata rapina alla filiale della banca Carige

I più letti della settimana

  • Travolti dopo un incidente, due morti nel tratto modenese della A1

  • Arrivo di tappa a Modena, le strade chiuse per il passaggio del Giro

  • Incidente mortale in A1, individuata l'auto pirata. Autopsia per le due vittime

  • Dà fuoco alla sede della Municipale a Mirandola e causa due morti e diversi feriti. Arrestato

  • Via Giardini, rapina di prima mattina alla Farmacia San Faustino

  • Il Giro parte da Carpi, strade chiuse e modifiche alla viabilità

Torna su
ModenaToday è in caricamento