Giovani più consapevoli degli smartphone. Al via il progetto modenese del Centro Ferrari

I 1735 sondaggi somministrati dal Centro studi Ferrari di Modena permesso di utilizzare tali dati per la definizione del Modello Pedagogico “Smartphone Education” così da incentivare un uso consapevole e sicuro dello smartphone

I giovani sono sempre più influenzati dal proprio smartphone e la complessità di una ricerca in tale campo ha visto l'alleanza di due grand istituti, da un lato l’Università degli Studi di Napoli Federico II e dall'altro il Centro Ferrari di Modena specializzato nelle indagini di questo tipo e che ha già fornito in passato dati molto interessanti. E' già on-line la piattaforma per sperimentare il Modello Pedagogico frutto di SMART Generation, progetto finanziato dall’Agenzia Nazionale Giovani nell’ambito del Programma europeo Erasmus+.

Il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Napoli Federico II collaborerà all’attività di valutazione del Modello Pedagogico previsto all’interno del Progetto Smart Generation, “contribuendo - come si legge nella manifestazione d’interesse formalizzata al Centro Ferrari - allo sviluppo di indicazioni utili alla programmazione di politiche efficaci del settore, promuovendo e sostenendo la diffusione dei risultati raggiunti”.Si arricchisce quindi di una collaborazione prestigiosa il progetto Smart Generation, sviluppato dal Centro culturale Francesco Luigi Ferrari di Modena, cofinanziato dal Programma europeo Erasmus+"

Il progetto, nato per favorire un uso consapevole e critico dello smartphone, ha visto la somministrazione di un questionario a 1735 ragazzi europei; la ricerca è quindi stata utilizzata per la definizione del Modello Pedagogico “Smartphone Education” che il progetto SMART Generation mette a disposizione di insegnanti ed educatori allo scopo di incentivare un uso consapevole e sicuro dello smartphone, strumento visto come potenzialmente utile anche all’apprendimento, se ben impiegato. Il Modello Pedagogico, che sarà valutato e validato attraverso i canoni della socioterapia, è attualmente in corso di sperimentazione ed è disponibile all’indirizzo http://www.smartgeneration.cibervoluntarios.org/it/ 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Modello Pedagogico per l’uso consapevole dello Smartphone è uno strumento didattico basato sulla metodologia della Media Education rivolto ad insegnanti ed educatori per favorire un uso critico e consapevole dello Smartphone da parte dei ragazzi. E’ un modello non formale e collaborativo: si utilizzano strumenti educativi come giochi di ruolo e cooperative learning.SMART Generation è un progetto finanziato dall’Agenzia Nazionale Giovani nell’ambito del Programma europeo Erasmus+ che coinvolge il Centro culturale Francesco Luigi Ferrari di Modena, Fundacion Cibervoluntarios (Spagna), Rural Women National Association (Romania), la rete europea EAEA (Belgio), ANFMR (Lettonia) e Solidarci di Caserta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le creme solari pericolose per la salute: 4 sostanze fondamentali

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Contagio, nel modenese quattro nuovi casi e un ricovero in Terapia Intensiva

  • Covid. In Emilia-Romagna oggi 31 casi e 7 decessi

  • Coronavirus, 13 nuovi positivi asintomatici in Regione. Undici i decessi

  • Carpi, da domani attivi i nuovi fotored. Presto altri quattro incroci monitorati

Torna su
ModenaToday è in caricamento