Un gatto segue la comitiva per 30 km in Appennino, gli escursionisti lo adottano

Un randagio si è unito alla marcia verso San Pellegrino in Alpe degli escursionisti del GEM di Montefiorino: “Sarà la nostra mascotte, gli diamo il benvenuto nel gruppo”

Sabato scorso gli amici del GEM (Gruppo Escursionisti di Montefiorino) si sono ritrovati per la consueta camminata che porta dal ridente comune dell’Appennino fino a San Pellegrino in Alpe, una tappa certa nel ricco calendario del GEM che porta gli appassionati della montagna lungo gli antichi percorsi e i sentieri tanto cari alla storia partigiana.

Alle sette del mattino il gruppo era pronto ad avviarsi, ma ai tanti amici in partenza si è aggiunto un gattino randagio, incuriosito da questo insoluti vociferare. Dopo una lieta presentazione il gruppo è partito, di gran carriera, lungo il percorso, con tanto di felino al seguito.

Passano i Km e il gatto non perde il passo, tanto che il buon Sergio dichiara: “Se il micio non ci saluta prima di Pietravolta lo adottiamo, sarà la nostra mascotte” e così è stato.

Divertiti gli amici del GEM, così Valter, uno dei più appassionati associati del gruppo: “Ci ha seguito per tutto il tragitto, più di 30 Km, senza mai perderci di vista. Ora vive a casa con Sergio, è la nostra mascotte e ci seguirà in ogni avventura”

Felice anche Patrizia, tra le più attive del gruppo GEM: “Ci ha fatto tenerezza, l’abbiamo nutrito e accudito, ha fatto di tutto per farsi adottare. Visto che eravamo diretti a San Pellegrino abbiamo deciso di chiamarlo proprio Pellegrino. Ha percorso più di 30 km, non potevamo dargli nome più azzeccato. Sarà la nostra mascotte, gli diamo il benvenuto nel gruppo ”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Carambola fra quattro auto in via Giardini a Formigine, grave un'anziana

  • Sospetto caso di Dengue, disinfestazioni in tre aree della città

  • Il ladro finisce in carcere e ringrazia i carabinieri che comprano i pannolini per il figlio

  • Gravi incidenti in sequenza, martedì nero sullo snodo autostradale di Modena

  • Prevenzione dell’ictus, la Chirurgia Vascolare di Baggiovara introduce una nuova variante

Torna su
ModenaToday è in caricamento