A Vinitaly 2016 le "degustazioni teatrali" dell'aceto balsamico

La "performance" andrà in scena martedì 12 aprile dalle 11 alle 15 presso lo stand D1 (padiglione 1) del Consorzio del Lambrusco. A organizzarla il Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP

Aceto Balsamico di Modena IGP protagonista per la prima volta a Vinitaly: martedì 12 aprile dalle 11 alle 15 infatti, presso lo stand del Consorzio tutela del Lambrusco di Modena nel padiglione dell'Emilia Romagna andranno in scena degustazioni del prezioso alimento dai connotati assolutamente originali. Non si tratterà infatti della solita degustazione sensoriale alla scoperta degli aromi e del gusto, ma di un esperimento sensoriale a tutto tondo, reso possibile grazie alla collaborazione dell'Associazione Koiné – teatro sostenibile - la quale presenterà presso lo stand D1 del padiglione 1, l'oro nero di Modena attraverso una "degustazione teatrale" che immergerà i partecipanti “in un racconto di storia e sapori, in una narrazione capace di introdurre all’arte del “sentire e gustare”, con tutti i sensi, i colori, i profumi, gli aromi, il corpo, la voce dell’Aceto Balsamico di Modena IGP".

"Un’esperienza unica - la definisce il Direttore Generale del Consorzio di Tutela ABM Federico Desimoni - un balsamo per il corpo e per lo spirito, quella che coinvolgerà questo prodotto considerato un vero e proprio simbolo di italianità in oltre 120 paesi di tutto il mondo in cui viene esportato. La quota che varca i confini nazionali supera il 90% della produzione totale, ammontante nel 2015 a circa 93 milioni di litri e corrispondente ad un fatturato di oltre 450 milioni alla produzione e oltre 700 milioni al consumo. Un punto di riferimento per il comparto del food nazionale - sul quale incide per il 4,6% -  e altresì una leva economica rilevante per il territorio della provincia di Modena: oltre 70 produttori e 250 operatori per un totale di circa 1.000 addetti".

La presenza del Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP a Vinitaly nel padiglione dell'Emilia Romagna e in particolare nello stand del Consorzio tutela del Lambrusco di Modena vuole essere un messaggio di coesione territoriale: per valorizzare le eccellenze del made in Italy è infatti importante creare sinergie anche tra denominazioni diverse portando in primo piano proprio la territorialità. "Come sappiamo - ha aggiunto Desimoni - l'Emilia Romagna è la regione con il maggior numero di denominazioni certificate e fare sistema per promuoversi a vicenda ritengo sia la strada giusta da percorrere. Ancor di più in un evento di grande impatto mediatico come Vinitaly, quest'anno in particolare sotto i riflettori per l'importante 50° anniversario che si appresta a celebrare".

Le degustazioni, della durata di 15 minuti cadauna, si terranno ogni 30 minuti, dalle ore 11 alle ore 15, sarà possibile partecipare solo su prenotazione. Per prenotazioni Segreteria Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP te. 059208621

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Benefici delle piante grasse: 5 motivi per cui averle favorisce la salute

  • Carambola fra quattro auto in via Giardini a Formigine, grave un'anziana

  • Cadavere accanto all'auto ribaltata nel bosco, sarebbe la barista scomparsa

Torna su
ModenaToday è in caricamento