Benzinai: Sciopero generale contro la dilagante illegalità

Due giornate di sciopero per dire no all’illegalità nel settore della distribuzione di carburanti. Franco Giberti: “Un settore abbandonato a se stesso”

Illegalità dilagante e abbandono. Sono queste le parole chiave che portano anche la FAIB (Federazione Italiana Autonoma Benzinai) Confesercenti, assieme alle altre organizzazioni di categoria Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, a proclamare per mercoledì 6 e giovedì 7 novembre due giornate di sciopero nazionale di gestori sia sulla rete ordinaria che sulla rete autostradale, self service compresi.

L’agitazione inizierà alle ore 7.00 del 6 novembre e terminerà alle ore 7.00 dell’ 8 novembre.

Il settore della distribuzione dei carburanti- interviene Franco Giberti, presidente di FAIB Confesercenti Modena - è stato completamente abbandonato a se stesso e si è quindi assistito alla progressiva diffusione di varie forme di illegalità: sia sotto l’aspetto fiscale, in termini di evasione Iva e accise, sia contrattuale. Noi gestori non possiamo più tollerare questo atteggiamento che accolla sulle nostre spalle tutti gli oneri senza nessuna tutela. Denunciamo – prosegue - la complicità in questo atteggiamento di tutti gli altri attori della filiera. A questo si somma la ritrosia delle compagnie petrolifere e dei retisti privati che non rinnovano gli accordi scaduti oramai da anni, non riconoscendo l’adeguamento dei margini in modo congruo da consentire alle gestioni di poter sopravvivere e far fronte ai maggiori costi di gestione”.

Secondo alcune stime accreditate e prudenti, il fenomeno dell’illegalità nella distribuzione dei carburanti  interessa una quota che si aggira intorno al 15% su un totale di 30 miliardi di litri erogati. La quantità di denaro sottratta alla collettività, incassata da criminali più o meno organizzati, è incommensurabile, con ricadute sia sulla qualità dei prodotti immessi nei serbatoi di automobilisti ignari, sia sulla concorrenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento