Campogalliano: sciopero di 8 ore alla Coca Cola Hbc Italia

Sciopero proclamato dal sindacato dell’industria alimentare Flai/CgilModena congiuntamente alla Rsu Flai, per il mancato rispetto delle corrette relazioni sindacali e contro l’imposizione unilaterale dei sistemi organizzativi

Bottiglie di Coca Cola

Venerdì 16 settembre i lavoratori della Coca Cola Hbc Italia di Campogalliano incrocieranno le braccia per otto ore: lo sciopero è stato proclamato dal sindacato dell’industria alimentare Flai/Cgil Modena congiuntamente alla Rsu Flai, per il mancato rispetto delle corrette relazioni sindacali e contro l’imposizione unilaterale di sistemi organizzativi. Lo sciopero, che si inserisce nello stato di agitazione proclamato a inizio agosto, interessa i circa 300 addetti del sito modenese, e si svolge in contemporanea con analoghe azioni di lotta in altri siti italiani. Previsto in  mattinata anche un presidio di lavoratori davanti ai cancelli aziendali in viale Italia, Campogalliano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ACCORDI - Flai/Cgil e la Rsu Flai bocciano su tutta la condotta tenuta dal colosso di bollicine: "Gravissimo il fatto che sinora ci sia stata una totale mancanza di risposte  da parte della direzione di Coca Cola sulle problematiche da tempo evidenziate, non da ultimo sull'introduzione unilaterale della 'nuova reperibilità' dei tecnici esterni, mai discussa e mai concordata in sede di coordinamento sindacale. Rimane la mancanza di volontà di Coca Cola nel non applicare gli accordi sottoscritti per i dipendenti del settore commerciale, la mancata applicazione dell'accordo sull'orario di lavoro mancanza di riconoscimenti professionali, continuo aumento dei carichi di lavoro con metodi poco chiari di incentivazione. Su questi punti e molti altri ancora, Coca Cola preferisce non rispondere alle richieste sindacali, non accettando il confronto e continuando ad applicare tali provvedimenti in modo unilaterale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coop Alleanza 3.0, la Cgil conferma lo stato di agitazione dopo le denunce dei dipendenti

  • Contagio, 7 positivi a Modena. Si tratta di due focolai famigliari

  • Coronavirus, stranieri positivi rientrati in Italia e isolati. Salgono di 51 i casi in regione

  • Nubifragio e allagamenti, disagi lungo la Pedemontana per gli smottamenti

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in orspedale

  • Malore durante il bagno, turista modenese perde la vita a Rimini

Torna su
ModenaToday è in caricamento