Condotta antisindacale, condannata la ditta che gestisce la mensa dell'Accademia Militare

Il Tribunale di Modena ha accolto le rimostranze della sigla Snalv: l'azienda Gemeaz Elior dovrà riconoscere la rappresentanza dei lavoratori eletti nella RSU. Snalv: "Ostacolati reiteratamente, mesi e mesi di calvario"

E' arrivata il 30 dicembre scorso una sentenza della Sezione Lavoro del Tribunale di Modena, chiamato ad esprimersi sul contenzioso sindacale nato tra la sigla Snalv e la ditta Gemeaz Elior, l'azienda che gestisce in appalto il servizio mensa presso l'Accademia Miliare di Modena e che ogni giorno rifocilla cadetti e ufficiali dell'Esercito.

Il sindacato – che pur essendo un soggetto indipendente rappresenta oltre la metà dei lavoratori della mensa modenese - era da tempo in rotta con i vertici aziendali e da mesi le relazioni erano a dir poco difficili. Si era arrivati così alle vie legali, in particolare per fare chiarezza sulla costituzione di una RSU. Gemeaz Elior si era infatti rifiutata, adducendo motivazioni legate alla contrattazione collettiva, di riconoscere la rappresentanza sindacale eletta in un'assemblea.

Dopo l'analisi della normativa vigente – tutt'altro che snella e immediata come spesso accade in materia di lavoro – il Tribunale ha dato ragione al sindacato, punendo l'azienda per “condotta oggettivamente antisindacale”, obbligandola ad accreditare i rappresentanti della RSU e condannandola al pagamento delle spese processuali. 

Pochi credevano che un sindacato autonomo avrebbe avuto la meglio su un gigante della ristorazione, nonostante questo stesso sindacato rappresentasse circa il 60% dei dipendenti Gemeaz all’interno dell’Accademia Militare di Modena. E’ proprio in questo luogo simbolo della città che, quasi nell’indifferenza generale, la libertà sindacale dei lavoratori veniva messa a dura prova, fino a vedersi completamente negata. E’ ciò che afferma l’ordinanza del Tribunale di Modena – Sezione lavoro - del 30 dicembre scorso, nel procedimento iscritto al RG n. 1574/2016 (cfr. allegato), la quale fa esplicito riferimento a “condotta oggettivamente antisindacale”.

Esultano i rappresentanti dello Snalv, che in una nota spiegano: "Il giusto riconoscimento a un sindacato, lo SNALV, che reiteratamente è stato ostacolato nella propria attività sul luogo di lavoro dalla stessa Gemeaz, ma, soprattutto, un riconoscimento agli iscritti allo SNALV all’interno dell’Accademia Militare di Modena, che vedono finalmente chiudersi un calvario durato mesi e mesi e una sequela di provvedimenti presi, probabilmente, perché non iscritti al sindacato “giusto”. Un’ordinanza che potrebbe fare giurisprudenza, sicuramente ha sancito una pietra miliare dei diritti dei lavoratori. Come qualche volta accade, Davide ha prevalso su Golia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’Italia ha la sua Miss Curvyssima 2019, incoronata a Vignola Deborah Spada

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

  • La Polizia gli sequestra l'auto, lui entra di notte nel deposito e la riprende. Denunciato

Torna su
ModenaToday è in caricamento