Innovazione, ai Digital Awards 2019 premiata la X DataNet di Mirandola

Una giuria di CIO e top manager delle più importanti imprese e pubbliche amministrazioni italiane ha selezionato i vincitori del contest organizzato da Digital360 per promuovere l’innovazione tecnologica. Sul podio anche una azienda di Modena

C’è anche una azienda modenese tra i  vincitori della quarta edizione dei Digital360 Awards, il contest che premia gli autori dei sette migliori progetti di innovazione digitale in Italia, selezionati da una giuria composta da oltre 100 CIO e top manager delle più importanti organizzazioni pubbliche e private del Paese.

Sette esempi di successo nell’uso delle nuove tecnologie - dai Big Data all’Internet of Things, dall’eSupply Chain allo Smart Working, dal Mobile Business al CRM - scelti secondo criteri di originalità, benefici concreti e replicabilità, in ogni settore di business. Alosys Communication Srl ha ricevuto anche il Premio Speciale Digital Transformation.

A tenere alto il nome del nostro territorio è l’azienda X DataNet, software house di Mirandola (MO), che ha ritirato il riconoscimento nella categoria “Smart Working, Gestione documentale e Collaboration” per il progetto CDA on Board, realizzato per Banca Popolare Etica. Il progetto che ha posizionato l’azienda modenese tra i vincitori ha consentito di digitalizzare le attività del CDA di Banca Etica con una soluzione collaborativa, facile da usare e con tutti i necessari requisiti di sicurezza.

I Digital360 Awards 2019 sono un’iniziativa del Gruppo Digital360 per promuovere la cultura dell’innovazione e dell’imprenditorialità in ambito digitale, generando un meccanismo virtuoso di condivisione delle esperienze tra imprese, fornitori, startup, istituzioni e centri di ricerca. I sette progetti vincitori sono stati selezionati tra i 29 finalisti che hanno avuto l’opportunità di presentarsi attraverso pitch mirati della fase finale del contest: tre giorni outdoor organizzati a Lazise (VR) con momenti di confronto, approfondimento e networking tra aziende e startup e la presenza dei principali vendor ICT, che hanno illustrato le evoluzioni digitali dei prossimi anni.  Quest’anno la manifestazione è stata realizzata in collaborazione con CIOSummIT 2019, l’evento promosso dalle principali associazioni italiane dei CIO, e ha visto la partecipazione di oltre 150 CIO delle più importanti organizzazioni pubbliche e private italiane.

Ospite speciale Ali Safavi di Plug and Play Tech Center, arrivato direttamente da San Francisco per parlare di uno dei più importanti acceleratori d’impresa del mondo, “a caccia” di startup e di opportunità di “exit” anche in Italia.

Siamo molto soddisfatti dell’esito di questa quarta edizione dei Digital360 Awards, che, grazie alla collaborazione con il CIOSummIT 2019, ha radunato per tre giorni la più grande community italiana di CIO: oltre 150 - dice Andrea Rangone, CEO di Digital360 -. Sono loro i manager a cui è affidato il ruolo strategico di promuovere l’innovazione digitale, di cavalcare la quarta rivoluzione industriale, quella dell’Internet delle cose, dei Big Data, dell’Intelligenza Artificiale, della Blockchain. I progetti finalisti e in particolare quelli premiati dalla giuria dei CIO dimostrano chiaramente come anche in Italia si può fare innovazione all’avanguardia e concreta!”.

Potrebbe interessarti

  • Le migliori trattorie del centro storico di Modena

  • I 5 parchi naturali più belli della provincia di Modena

  • Dove fare barbeque e pic-nic nei parchi della provincia di Modena

  • Calo di energia durante il giorno ? Dagli USA arriva il Metodo Power Nap

I più letti della settimana

  • Deceduta in ospedale la donna investita da un'auto ieri a Carpi

  • Auto finisce fuori strada e prende fuoco, morto il conducente

  • Uccisa con un coltello dal marito, un dramma della malattia in via Alassio

  • Le migliori trattorie del centro storico di Modena

  • Fuori strada con la moto, 29enne muore sulla Canaletto

  • Fugge alla Polstrada per chilometri, bloccata in mezzo alla rotatoria di Baggiovara

Torna su
ModenaToday è in caricamento