"Coop fasulle, anticamera per lavoro irregolare ed economia illegale"

L'affondo di Franco Zavatti, coordinatore legalità e sicurezza per la Cgil regionale: nel Modenese dilaga la "moda" delle cooperative dove il lavoratore viene ricattato con l'aut-aut "Fatti socio o perdi il posto"

Franco Zavatti, Cgil

Accade che in provincia di Modena sono oltre 1.460 le imprese cooperative registrate. Solo 950 sono quelle attive. Le restanti 510 imprese vengono considerate cooperative fasulle, fatte di abusi fiscali e contributivi, grave sfruttamento del lavoro e talvolta contiguità con l'economia malavitosa. Sono, dunque cooperative fuori controllo. Fuori controllo della Camera di Commercio, della Finanza, dei Comuni, dell’Inps, della Direzione del Lavoro, ecc… Questa, in sostanza, la posizione sostenuta da Franco Zavatti, sindacalista per la Cgil Modena e coordinatore legalità e sicurezza per la Cgil regionale, che riprende quanto denunciato nei giorni scorsi da Lega Coop per bocca di Gianluca Verasani.

Questi enti non “puliscono” le cooperative definite fasulle o spurie. C’è forse un motivo?! Si parla di cooperative dove vige il “ricatto-legge” del "fatti socio o perdi il posto". La diffusione malata di queste coop innesca naturalmente un meccanismo di concorrenza sleale con quelle imprese considerate sane e in regola. Ecco quindi subappalti scorretti, situazioni di vero caporalato o coperture illecite attraverso ditte prestanome. Facciamo qualche esempio: la Fruit Logistic e la GGroup di Campogalliano, svanite nel giro di sei ore. Le cooperative di Modenassistenza aiutate, con un ritorno di interessi, da un commercialista modenese. Come non citare i Cie emiliani, di Modena e Bologna, gestiti dal Consorzio Cooperativo L’Oasi di Trapani, il quale da mesi risulta inadempiente nei pagamenti e irregolare nei contratti.

E lo Stato dov’è in questi casi? C’è forse un motivo?! Circa 510 imprese fanno i loro comodi, prendono decisioni arbitrarie con un forte rischio di infiltrazione mafiosa. E intanto i dipendenti sono sotto pagati, trattati male, zero diritti e zero garanzie. Le cooperative fasulle sono troppo ancora in giro, un bacino sottovalutato dalle istituzioni e dagli enti competenti. Su 1460 imprese cooperative registrate, circa 950 sono quelle attive. In particolare nel settore della logistica, su un insieme di circa 240 aziende iscritte, ben 182 (76%) sono cooperative e di queste solo 16 (8%) sono associate ( e controllate )alle strutture territoriali della cooperazione. Perché? C’è qualche motivo? Lo Stato fa finta di nulla. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Benefici delle piante grasse: 5 motivi per cui averle favorisce la salute

Torna su
ModenaToday è in caricamento