L'utile netto di Ferrari cresce del 18%, ottimi numeri per il Cavallino

Le consegne ancora in crescita del 8,4% e i ricavi salgono. L?indebitamento cala a 353 milioni

Ferrari diffonde oggi i suoi risultati preliminari consolidati relativi al secondo trimestre e al semestre concluso il 30 giugno. L'utile netto del primo semestre sale a quota 364 milioni di euro, pari al +18% sullo stesso periodo del 2018. L'utile del primo trimestre arriva a 184 milioni, in crescita del 23,9%. 

Le consegne totali sono pari a 2.671 unità, in aumento dell'8,4%, grazie ai quali sono stati prodotti ricavi netti pari a 984 milioni, in crescita dell'8,6% o del 6,8% a tassi di cambio costanti. 

E ancora: adjusted ebitda pari a 314 milioni, in aumento dell'8,7%, con un margine ebitda al 32%. L'utile diluito adjusted per azione è pari a 0,96 euro (+13,9%) e il free cash flow industriale a 139 milioni, riflettendo anche l'impatto positivo legato agli anticipi per la Ferrari Monza Sp1 e Sp2 cosi' come dai benefici del Patent box, risultato che in parte viene compensato da spese in conto capitale da 173 milioni. 

L'indebitamento industriale netto di Ferrari al 30 giugno è pari a 353 milioni, rispetto ai 370 al 31 dicembre e a 192 al 31 marzo. L'aumento rispetto al 31 marzo è imputabile agli effetti sulla cassa della distribuzione di dividendi pari a 195 milioni e al riacquisto di azioni pari a 99 milioni nel secondo trimestre, che hanno piu' che compensato il free cash flow industriale positivo.

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

Torna su
ModenaToday è in caricamento