Turismo in aumento, quasi tremila imprese artigiane modenesi incrociano le dita

E a Modena è boom di presenze: +5,5% tra 2017 e 2018

Alla fine del I trimestre 2019 le imprese artigiane in provincia di Modena operanti in attività economica a vocazione turistica sono 2.919, pari al 14,3% dell'artigianato totale (percentuale maggiore rispetto a quella regionale, con il 13,9%).  Lo rileva una ricerca dell’Ufficio Studi Lapam Confartigianato che evidenzia come il comparto più rilevante del settore sia quello dell’Abbigliamento e calzature con il 39,9% del totale, mentre l’Agroalimentare ‘pesa’ il 16,2% del totale, ristoranti e pizzerie sono al 14,9%. Altre attività manifatturiere e dei servizi valgono il 13,3% del totale (il comparto comprende importanti attività dell'artigianato nella fotografia, cornici, gioielleria e bigiotteria, ceramica e vetro, lavorazione artistiche del marmo, del ferro, del rame e dei metalli, cure per animali domestici, centri benessere e palestre). L’indagine Lapam rileva come seguano i Trasporti col 9%, Bar, caffè e pasticcerie con il 6,2% delle imprese artigiane potenzialmente interessato da attività turistiche e infine Attività ricreative, culturali e di intrattenimento con lo 0,5%.

Trend del turismo – Secondo l’analisi dei dati Istat, elaborata dall’Ufficio Studi Lapam Confartigianato, nel 2018 Modena e la provincia contano 1.618.416 presenze turistiche con una media di 2,4 notti per turista, all’interno di una regione come l’Emilia-Romagna ad altissima vocazione turistica con 40.647.799 presenze, valore superiore del 1,4% rispetto alle 40.095.054 presenze registrate nel 2017. Nel confronto con le altre regioni la nostra è quarta per numero di presenze totali (italiani + stranieri) e prima per presenze di turisti italiani, mentre si posiziona al sesto posto per le sole presenze di stranieri (10.836.813 presenze).

Tornando a Modena, Lapam rileva come la variazione sia molto positiva: tra il 2017 e il 2018 le presenze sono aumentate del 5,5% (la crescita percentuale più alta in regione), con il 28,6% di stranieri che sono cresciuti del 3,4%, seconda crescita percentuale regionale dietro Parma.

Il Comune che ha ospitato più turisti è il capoluogo, Modena, con 571mila presenze nel 2018, seguito da Maranello e Formigine (rispettivamente 154mila e 152mila). Più staccati Sestola (78mila), Carpi (a quota 71mila), Campogalliano (64mila), Sassuolo (con 61mila presenze), Castelvetro (53mila), Fiorano (35mila) e al decimo posto Fanano con 30mila presenze.

Infine da dove vengono gli stranieri che visitano le nostre città? Dalla Germania (57mila presenze) a seguire francesi (40mila), statunitensi (31mila) mentre al quarto posto c’è il Regno Unito con 27mila presenze. Più staccati gli spagnoli (23mila), i rumeni (22mila), gli svizzeri (18mila), poi olandesi con 15mila, cinesi con 13mila e Belgi, al decimo posto con 12mila turisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’Italia ha la sua Miss Curvyssima 2019, incoronata a Vignola Deborah Spada

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

  • La Polizia gli sequestra l'auto, lui entra di notte nel deposito e la riprende. Denunciato

Torna su
ModenaToday è in caricamento