Imprese. Emiliana Serbatoi alla vetrina internazionale di Bauma 2019

Fra i 4mila espositori anche l'importante azienda modenese. Gian Lauro Morselli: "Orgogliosi portabandiera del made in Italy"

Il meglio dell’imprenditoria modenese e italiana è presente in questi giorni al Bauma, la principale fiera mondiale dedicata all’edilizia e al comparto del movimento terra che si sta svolgendo a Monaco di Baviera: un evento al quale anche Emiliana Serbatoi partecipa in forze accogliendo clienti e visitatori da tutto il mondo. Al maxi salone tedesco, un appuntamento irrinunciabile per oltre 4mila espositori giunti da ogni angolo del mondo e per quasi 600mila presenti, esibiscono i propri prodotti ben 560 aziende italiane (il 14% del totale); di queste, 53 provengono dalla provincia modenese. 

Catalogo alla mano, si tratta di un espositore su 10: l’elenco “locale” ospita Agop Oleoidraulica, Air Top, Aliauto Italia, Ascom, Atlantic Fluid Tech, Barikell, Breaker, Casa del sedile, C. G. A. Ricambi, Cismac Automazioni, Cosben, Definitive Clm, Dinamic Oil, Elettrondata, Entrack Europe, Erma-Rtmo, Euromat, Fiori Group, G. A. Ricambi, G.Fluid, Hansa-Tmp, Heron Fluid Power, Idrogru, Italvibras, Kimera, Magni Telescopic Hadlers, Mantovanibenne, Mec, Modena Parts, Novatec, Officine Meccaniche E.M.E., Ofn Top Line, Oil & Steel, Oilcomp, Oli, Omci, Pm Group, Pm Oil & Steel, Polli Giancarlo, R. C., Rossi, Safim, Sai Hydraulics Motors, Salami, Socage, Tecnema Breton Group, Tecnord, Tma, Track One, Usco Itr, Valvole Italia e Vis Hydraulics. 

Una lista di eccellenze dell’imprenditoria di casa nostra che comprende come detto anche Emiliana Serbatoi, una presenza ormai fissa in Germania al Bauma, che in un vasto ed elegante stand esibisce il meglio della gamma: ovvero un catalogo che spazia dai serbatoi per il trasporto dei carburanti ai sistemi di erogazione, dai sistemi di stoccaggio interrati ai dispositivi di controllo e gestione dei liquidi. Tra le novità lanciate al salone compare una linea di cisterne pensate espressamente per l’installazione sui veicoli pick-up.

Alla kermesse bavarese Emiliana Serbatoi persegue dunque la politica di internazionalizzazione che, fermo restando l’attenzione per il mercato domestico, ogni anno conduce il marchio di Campogalliano a prendere parte a numerose fiere internazionali all’estero. Si intende infatti continuare a sviluppare la quota export e si punta a una penetrazione dei mercati stranieri sempre più capillare.

Un obiettivo importante e ambizioso per l’azienda guidata da Gian Lauro Morselli: «Siamo orgogliosi portabandiera del “Made in Italy” – commenta –, inteso come insieme di creatività e qualità, tutto ciò che quotidianamente con professionalità, entusiasmo e passione esportiamo nell’intero pianeta». Al Bauma Emiliana Serbatoi si è presentata a clienti e rivenditori con lo staff degli export area manager, operatori con un’esperienza consolidata nel settore, assieme al management che di recente ha visto una rivisitazione nelle figure dirigenziali. L’azienda modenese è insomma sempre più lanciata verso nuovi traguardi commerciali, dopo che giusto pochi mesi fa sono stati celebrati i 35 anni dalla fondazione inaugurando al contempo un nuovo stabilimento produttivo nel contesto dell’headquarter di Campogalliano.

Potrebbe interessarti

  • Estate 2019: piscine a Modena con orari e programmi

  • Le migliori osterie di Modena. Dove gustare la cucina tradizionale

  • Il riso: proprietà, benefici e correlazione con l’obesità

  • Le migliori piadinerie di Modena

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro, 61enne muore schiacciato sotto il suo trattore

  • Cade dal furgone in via Giardini, muore un operaio trentenne

  • Cronotachigrafo truccato, multa e ritiro della patente per un camionista

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • “Truffa del catalogo”, una ventina di nuove vittime a Modena

  • Grave incidente a Sant'Antonio di Pavullo, due feriti e Giardini bloccata

Torna su
ModenaToday è in caricamento