CPL verso la conferma di tutti gli appalti, rassicurazioni dei commissari

Nel settore privato la coop "potrà operare in completa continuità attraverso gli amministratori dell'impresa". Fiducia anche sui cantieri pubblici da cui dipende il 75% del bilancio CPL

Sono a tutti gli effetti insediati i primi due commissari di Cpl Concordia nominati dal prefetto Michele Di Bari, Marco Filippi e Massimo Varazzani, per tentare di salvare l'occupazione della coop travolta dalle vicende di Ischia. A seguito del primo incontro in azienda del 23 maggio scorso, i commissari hanno fornito le necessarie indicazioni anche di modifica organizzativa. 

Questo per "poter concretamente iniziare il loro mandato di gestione straordinaria dei contratti pubblici in essere presso Cpl Concordia", precisa la stessa cooperativa oggi in una nota. In questo senso, e' stata confermata "la possibilità di continuare utilmente tutti i rapporti contrattuali in essere di competenza commissariale".

La rappresentatività legale in ambito pubblico e nel territorio italiano di Cpl è ora di esclusiva competenza degli stessi commissari, che "potranno cosi' consentire un'ordinaria esecuzione dei lavori, la conduzione e l'operatività dell'azienda, anche attraverso il sistema di deleghe aziendali opportunamente rivisto", continua Cpl. Per quanto riguarda il settore privato, le attività all'estero e tutte le società controllate, Cpl Concordia assicura che "potrà operare in completa continuità attraverso gli amministratori dell'impresa".

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

Torna su
ModenaToday è in caricamento