Evasione fiscale: smascherata finta associazione sportiva equestre

Intervento degli operatori dell'Agenzia dell'Entrate: evasione di circa 100mila euro per una società di consulenza fiscale che detraeva contratti pubblicitari e sponsorizzazioni offerti ad un'associazione sportiva fittizia

Una scatola vuota riempita di contratti pubblicitari e di sponsorizzazioni. Ecco che cosa era in realtà quella che si presentava come un'associazione per la promozione della pratica equestre: tutto ciò è stato scoperto dagli operatori dell'Agenzia delle Entrate di Modena e della Siae. Niente scuderie, niente cavalli, ma solo proventi che l'associazione incassava esclusivamente per creare costi fittizi che sarebbero stati detratti da un'altra società di consulenza fiscale. Società che aveva lo stesso rappresentante legale della finta associazione sportiva.

EVASIONE - Nelle casse dell' associazione finivano i proventi dei contratti di pubblicità corrisposti dalla società di consulenza, circa 100mila euro. Un circolo vizioso con cui il rappresentante legale era riuscito non solo ad abbattere il reddito della società di consulenza, ma anche a finanziare le corse della figlia, fantino per hobby. Dopo un iniziale tentativo di difesa, il contribuente ha deciso di saldare il conto con l'Agenzia delle Entrate, mentre per la finta associazione è già stata disposta la chiusura.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non pagano il pranzo e al matrimonio arrivano i Carabinieri: "Le buste non bastano"

  • Podista investito e ucciso, tragedia alla periferia di Carpi

  • Finge di voler comprare un divano online e si fa accerditare 3.000 euro

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Arresto cardiaco, da Medolla una nuova tecnologia “salvavita”

  • Scontro sulla rotatoria di strada Gherbella, due feriti e traffico a rilento

Torna su
ModenaToday è in caricamento