"Crei-amo l'impresa", l'istituto Fermi protagonista con i giovani di Confindustria

Ha preso il via a Modena l'iniziativa regionale dei Giovani imprenditori per diffondere la cultura d'impresa tra gli studenti. Quest’anno il lavoro è dedicato all’Expo 2015

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

I ragazzi della 4 D (sezione chimica) dell’Istituto Fermi di Modena sono già al lavoro. A Modena è cominciata con loro, infatti, la nuova edizione del progetto regionale “Crei-amo l’impresa” realizzato dal Gruppo Giovani di Confindustria Emilia-Romagna in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e AlmaLaurea. 

L’esperienza, coordinata dai giovani imprenditori Fabio Poli di Modena e Maria Teresa Colombo di Rimini, fa parte delle azioni previste dal Protocollo d’intesa tra il ministero della Pubblica istruzione e Confindustria. Come per gli altri anni, si tratta di un percorso che vede i Gruppi Giovani di Confindustria delle varie province della regione lavorare con le scuole con l’obiettivo di far conoscere agli studenti degli istituti secondari il mondo del lavoro e dell’azienda e avvicinarli alla cultura d’impresa e all’autoimprenditorialitàAiutato dalla dirigente scolastica del Fermi Maria Cristina Zanti e dalle insegnati della 4 D Domenica Maurizi e Cosetta Bellei, Alessandro Cattini (dell’azienda All Flex di Carpi), ha illustrato agli studenti il lavoro che li aspetta per l’intero anno scolastico. Quest’anno il progetto è dedicato all’Expo 2015, l’esposizione internazionale che si terrà a Milano da maggio a ottobre 2015 e sarà dedicato al tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.   

Nel corso dell’anno scolastico gli studenti, coordinati da uno o più docenti, elaboreranno un progetto d’azienda sui temi dell’Expo, mettendo insieme le conoscenze maturate a scuola, le attitudini personali e le vocazioni economiche del territorio. Dovranno poi strutturare, con la supervisione dei giovani imprenditori, un vero e proprio business plan. Gli elaborati finali dovranno essere inviati a Confindustria Emilia-Romagna entro il 16 maggio dell’anno prossimo. Saranno valutati da una giuria composta dal presidente di Confindustria regionale, dal direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale e dal direttore di AlmaLaurea.

La valutazione dei progetti avverrà sulla base di quattro criteri: l’originalità dell’idea, la realizzabilità dell’impresa, l’attinenza alle vocazioni e alle opportunità del territorio, il rispetto dei criteri di responsabilità sociale e ambientale. Il giudizio sarà poi integrato dalla capacità di presentazione in pubblico da parte degli studenti, nel corso della premiazione che si svolgerà il 3 giugno 2014. Grazie al Progetto “Crei-Amo l’impresa” i giovani imprenditori diventano dei veri e propri business angel», spiega la presidente del Gruppo Giovani di Confindustria Modena Elena Salda.

«Mettono infatti a disposizione delle classi e dei docenti la loro esperienza e le loro conoscenze professionali per aiutare gli studenti a realizzare un progetto d’impresa. Molto significativa la scelta del tema dell’Expo 2015. Questa manifestazione rappresenterà una straordinaria vetrina per il nostro Paese ed è per questo che ritengo fondamentale che anche gli studenti modenesi lavorino su temi come salute, ambiente, energia e innovazione». «Quest’anno, inoltre, uno dei coordinatori regionali è il giovane imprenditore modenese Fabio Poli», conclude la Salda. «Scelta questa che sottolinea il forte apprezzamento della Regione nei confronti della nostra territoriale».

Torna su
ModenaToday è in caricamento