Laminam acquisisce la maggioranza dello stabilimento Balabanovo in Russia

Laminam ha acquisito la maggioranza della società "Laminam Rus" per la proprietà dello stabilimento produttivo di Balabonov in Russia

Laminam ha acquisito la maggioranza della società "Laminam Rus" per la proprietà dello stabilimento produttivo di Balabonov in Russia.  L'azienda specializzata nella produzione di lastre ceramiche di grande formato e minimo spessore, ha firmato  presso l’Ambasciata Italiana di Mosca alla presenza del Governatore dell’Oblast di Kaluga questo accordo di acquisto. 

Il cambio di assetto societario conferma il trend di crescita e di internazionalizzazione di LAMINAM, azienda italiana specializzata nella produzione di lastre ceramiche di grande formato e minimo spessore che vanta una distribuzione estesa a tutti i continenti. Giovane e dinamico marchio figlio di una raffinata cultura industriale che ha saputo ampliare il formato e le potenzialità della ceramica tradizionale rendendola materiale eclettico di nuova generazione, LAMINAM conferma cosi la propria capacità di pensare in maniera diversa e di innovare a partire dalla materia intraprendendo nuove strade, in Italia cosi come all’estero. 

Lo stabilimento produttivo di Balabanovo si trova nell’Oblast di Kaluga, importante area industriale nel cuore della Russia Centrale Europea, a circa 100 km da Mosca alle quale è collegata da strade e ferrovia. LAMINAM acquisisce cosi una presenza diretta in Russia e una posizione strategica; un modo per essere più vicini all’utente finale abbattendo le barriere logistiche e rendendo la distribuzione più efficace e puntuale.

L’acquisizione dello stabilimento di Balabanovo, destinato a produrre lastre 1000x3000mm, con spessore 3 e 5mm, e a servire sia il mercato russo che altri mercati, va di pari passo con quella altrettanto recente dello stabilimento di 45.000 m2 a Borgotaro (PR), destinato invece alle nuove linee produttive di lastre ceramiche nel formato 1620x3240x12mm, frutto di un investimento impiantistico del valore di oltre 30 milioni di euro. Due nuovi siti produttivi in pochi mesi, quindi, che si aggiungono allo stabilimento principale Laminam in Italia, a Fiorano Modenese, triplicandone la capacità produttiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento