Maserati, dubbi dalla Fiom sul nuovo piano industriale

Tute blu preoccupate dai tempi di produzione in Ciro Menotti: cessazione per la Quattroporte prevista per metà 2012, mentre le Alfa Romeo 4C dovrebbero debuttare l'anno prossimo

Stabilimento Maserati

Ritiene "inaccettabile" il fatto che uno dei sindacati maggiormente rappresentativi sia stato escluso dalla trattiva ed esprime "dubbi e preoccupazioni" sulle ultime novità venute a profilarsi. Così la Fiom in merito al nuovo piano industriale che coinvolgerà la Maserati di via Ciro Menotti che, invece, è riuscito a cogliere il plauso delle altre sigle. A destrare inquietudine nelle tute blu Cgil è la fine della produzione della Quattroporte, che dovrebbe avvenire entro metà 2012, mentre la produzione dell'Alfa Romeo 4C dovrebbe iniziare solo a metà 2013. "Ciò solleva dubbi e preoccupazioni - recita una nota - sulla continuità produttiva per quasi 12 mesi e, quindi, sulle ricadute che questo vuoto produttivo potrà avere sui lavoratori". La fine della produzione della Quattroporte, che verrà trasferità negli ex stabilimento Bertone di Grugliasco (Torino), secondo la Fiom "pone inoltre seri interrogativi sulla futura produzione anche di Gran Turismo e Gran Cabrio che, invecem restano a Modena. Quali garanzie dà in prospettiva l'azienda - conclude il sindacato - di continuare a produrli quando verranno lanciati i nuovi modelli?".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Carambola fra quattro auto in via Giardini a Formigine, grave un'anziana

  • Sospetto caso di Dengue, disinfestazioni in tre aree della città

  • Il ladro finisce in carcere e ringrazia i carabinieri che comprano i pannolini per il figlio

  • Gravi incidenti in sequenza, martedì nero sullo snodo autostradale di Modena

  • Prevenzione dell’ictus, la Chirurgia Vascolare di Baggiovara introduce una nuova variante

Torna su
ModenaToday è in caricamento