Nasce il network all-news regionale ER24, le tv locali contro la crisi

Un canale all news per un'offerta di 16 edizioni di tg locali, 45 produzioni e format originali, informazioni e contenuti aggiornati dalle 7 alle 24, quattro edizioni dedicate a sport e economia. Il tutto da sei redazioni, attive a Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Cesena e Ferrara, che d'ora in poi promuoveranno i contenuti dell'Emilia-Romagna in Europa e nel mondo. Si presenta ambizioso Er24, il nuovo canale satellitare nato dal patto delle emittenti locali Trc Bologna, Telereggio, Trc Modena, Tr24 Romagna, Telestense e 12TvParma. Visibile sul canale 518 di Sky e Tivusat e con un qualsiasi decorder satellitare Hd, e via digitale terrestre sul canale 215 in Emilia-Romagna, Er24 ogni giorno trasmette le ultime edizioni dei tg dalle redazioni diffondendo news senza repliche. E, grazie alla copertura del satellite Hotbird 13E, sarà possibile seguire i programmi delle emittenti non solo in Italia ma anche in tutta Europa e nel Mediterraneo, di fatto promuovendo a livello internazionale i contenuti dell'Emilia-Romagna. Raggiungendo col satellite, è proprio questo uno degli obiettivi del progetto, anche le aree non servite o servite male dal digitale terrestre, ad esempio la montagna ma non solo. 

C'è aria di festa ma anche di scommessa, oggi mentre si presenta l'iniziativa a Fico Eataly World. Sul palco lo fa capire subito aprendo i lavori Edwin Ferrari, presidente di Tr Media, la società creata un paio d'anni fa da Coop Alleanza 3.0 per riunire l'emittenza emiliana ed ora al centro di Er24. Riconosce Ferrari nel corso del lancio del nuovo canale oggi a Fico Eataly World: "Il nostro settore è in crisi, noi siamo qui non perchè siamo ricchi ma probabilmente stiamo collaborando perchè siamo in difficoltà. Da un punto di vista di ricavi pubblicitari, certo, e anche perchè, a differenza di quanto accade in altri Paesi, in Italia gli investimenti per l'editoria fatta da giornalisti, non quella senza nome e cognome, non sono molto sostenuti. L'Italia sta risparmiando moltissimo su questo capitolo, siamo indietro rispetto a Spagna, Germania, Inghilterra, ad esempio", per non dire del boom dei media locali negli Usa. 

Sta di fatto che ora le emittenti in questione collaboreranno tra loro, invece di competere soltanto come successo fin qui, e Ferrari punta in alto: "C'è da parte nostra una funzione di servizio pubblico diretto sull'Emilia-Romagna, considerando le zone del digitale terrestre che verranno penalizzate dalla prossima riforma. Non è così frequente un racconto regionale, salvo quello della Rai- arriva al capitolo concorrenza il presidente di Tr Media- con le difficoltà che ha la Rai, che non ha redazioni diffuse come possiamo avere noi col nostro network. Temi come trasporti, Università, aree vaste, reti culturali e altri ora avranno una casa regionale". Dunque, i palinsesti cambieranno, diventando di fatto un canale all news, anche se Er24 non vuole rimanere un esperimento legato al satellite, ma guarda più avanti.

A fine 2021 arriveranno le novità sulla distribuzione del digitale terrestre, dopo il passaggio del 2008, con un nuovo piano delle frequenze: "Non sarà un passaggio indolore, ma non coinvolgerà il canale satellitare: aver aperto una strada in più, quindi, anche se non ci permetterà di stare al riparo dallo switch-off sarà comunque un'opportunità".

Applaude per la Regione l'assessore alle Attività produttive Palma Costi, che coglie il messaggio di Ferrari anche quando dice che "la Regione può fare di più, con una legge più coraggiosa", sul sostegno all'editoria locale: "Questo progetto- premette l'assessore- è una bella cartolina per l'Emilia-Romagna ma anche un elemento di democrazia e di crescita culturale, che noi riteniamo parte integrante dell'informazione. Si può ragionare, oggi c'è una legge e ci sono altri canali di finanziamento, ad esempio bandi che includono e non escludono. Sono anche l'assessore alle Crisi, ed è vero che l'editoria ha dei problemi: non possiamo assolutamente perdere- conclude Costi- un valore aggiunto del nostro territorio, che si deve mantenere e nat uralmente evolvere". 

Raggiante intanto il direttore responsabile di Er24, Ettore Tazzioli: "Da oggi l'informazione locale cessa di avere perimetro perchè accede al satellite, mettendo assieme varie società e non una soltanto. È una collaborazione che vantano poche altre regioni. Ora c'è il lavoro da fare, che oggi si avvia. Vogliamo riuscire a raccontare una regione eccezionale e locomotiva d'Italia che forse- osserva Tazzioli- non è altrettanto brava a promuoversi".

(DIRE)
 

Potrebbe interessarti

  • Le migliori osterie di Modena. Dove gustare la cucina tradizionale

  • Come pulire il box doccia in modo efficace

  • Le migliori piadinerie di Modena

  • Antigravity Pilates: come allenarsi e dove farlo a Modena

I più letti della settimana

  • Grandine e vento si abbattono su Modena, trenta feriti e molti danni

  • Disastro meteo su Modena, parte la conta dei danni. Trenta feriti lievi

  • Cade dal furgone in via Giardini, muore un operaio trentenne

  • Grandine in pianura, vigneti e campi di grano devastati

  • Furti con la tecnica dell'abbraccio, caccia ad una ladra a Carpi e dintorni

  • Viaggia con un'intera camera da letto sul tetto dell’auto, patente ritirata

Torna su
ModenaToday è in caricamento