Carpi, ritoccate le tariffe dei taxi. Nuove corse culturali e business

Aggiornati dopo anni i listini delle corse nell’area Terre d’Argine, dopo un lungo confronto fra le parti durato addirittura quattro anni. Previsti anche vecchi e nuovi sconti

Dal primo gennaio sono in vigore le nuove tariffe comunali del servizio taxi, un aggiornamento che arriva dopo otto anni ed un confronto iniziato già nel 2015 con l’amministrazione carpigiana. Un confronto arrivato a conclusione a fine 2019, grazie all’impegno dei taxisti locali e, in particolare, del Vicesindaco Stefania Gasparini e della Commissaria della Polizia Municipale Emanuela Pezzali. L’aggiornamento tariffario ha consentito, in particolare, il recupero degli aumenti dei costi verificatesi tra il 2011 ed il 2019, e l’introduzione di alcune tariffe ridotte per corse con valenza sociale e culturale.

Le nuove tariffe

La tariffa urbana al chilometro passa da 1,10 a 1,20 euro, mentre l’importo della corsa minima, da 5,5 euro, passa a 6 euro. Non cambiano, invece, le tariffe di collegamento con le frazioni. L’aumento della tariffa chilometrica extraurbana viene contenuto al 6,66% e quella progressiva, che comprende il costo del pedaggio autostradale, al 3,03%, anche per tenere conto delle esigenze degli utenti business che viaggiano per lavoro.

L’attenzione ai disabili e alle famiglie con bambini ha portato a prevedere il trasporto gratuito di passeggini, carrozzine e deambulatori, che non verranno conteggiati come bagagli a pagamento. Le tariffe, peraltro, varranno in tutta l’area, e quindi anche nei comuni limitrofi di Campogalliano, Soliera, Bastiglia e Novi.

Tariffe fisse a valenza business e culturale

In questa categoria vengono mantenute, seppur aggiornate, le tratte per: l’Aeroporto Marconi di Bologna (euro 100) e la stazione ferroviaria di Modena (euro 34). Il listino, però, è stato integrato con tratte ad hoc per il Centro Storico di Modena e il MEF (euro 35 e 34), l’Aeroporto Catullo di Verona (euro 140), l’Aeroporto Linate di Milano (euro 300), la stazione Tav Mediopadana di Reggio Emilia (euro 50), la Fiera di Bologna (euro 115).

Per ciò che riguarda le tratte culturali, una novità a cui tengono molto i tassisti è quella per il Campo di Fossoli, visitabile a prezzo fisso ad un costo di 12 euro (che salgono a 45 euro con la sosta di un’ora e il ritorno).

Tariffe scontate a valenza sociale

Viene confermato lo sconto 10% sulle corse urbane da e per l’Ospedale Ramazzini ed introdotto un nuovo ribasso 10% per gli Ospedali di Modena Policlinico e Sant’Agostino-Estense di Baggiovara. Sconto del 10%, ed anche in questo caso si tratta di una novità, per le donne che viaggiano sole o con minori nelle ore notturne, così come è una novità del nuovo listino lo sconto, ancora una volta del 10%, per tutte le corse di pensionati e disabili muniti di abbonamento agevolato Seta.

I commenti al nuovo accordo

“E’ una giornata importante per il mondo dei taxisti carpigiani – ha sottolineato il vicepresidente di Cotamo, Antonio Altiero - visto che oggi presentiamo il coronamento di un dialogo che ha avuto in Stefania Gasparini e Emanuela Pezzali interlocutrici attente e disponibili. Del resto, gli obiettivi della trattativi erano comuni: tutelare le imprese e i consumatori”. “Crediamo – ha commentato proprio Stefania Gasparini – che il taxi sia a tutti gli effetti un servizio pubblico e per questo vorrei sottolineare l’importanza delle tariffe privilegiate per le fasce di utenza per diverse ragioni più deboli”.

A contraddistinguere l’accordo c’è anche l’adozione di una carta etica comportamentale rispetto alla legalità, alla trasparenza e alla cortesia a cui sono tenuti gli operatori. Basti pensare che tutte i taxi aderenti a Cotamo accettano il pagamento con mezzi elettronici (bancomat e carte di credito) “Assieme al Consorzio – ha commentato Emanuela Pezzali – vigileremo in questo senso, anche a tutela delle stesse imprese, per le quali la legalità è un tema non banale”.

Infine, Andrea Milani, in rappresentanza dei taxisti carpigiani aderenti al Cotamo, ha sciorinato alcuni numeri: “Sono undici le auto in circolazione nell’Area, di cui nove aderenti al consorzio. Le corse, nel 2019 sono state poco meno di 27mila, con una crescita di oltre il 10% rispetto all’anno precedente. Un’attività che ha un ruolo importante: pensiamo solo al trasporto dei tanti giovani che, il venerdì o il sabato sera, fanno ricorso al nostro servizio per evitare spiacevoli situazioni legate alla guida e alla sicurezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

Torna su
ModenaToday è in caricamento