Sisma, ristrutturata la sede della Società Operaia S. Felice sul Panaro

I lavori sono stati eseguiti dalla cooperativa Muratori di S. Felice sul Panaro

Sei anni dopo il terremoto, è stata ristrutturata anche la sede della Società Operaia di S. Felice, resa inagibile dal sisma. L’opera, eseguita dalla cooperativa Muratori di S. Felice sul Panaro (aderente a Confcooperative Modena), è stata inaugurata ieri – domenica 20 maggio - in occasione del sesto anniversario della prima scossa. Erano presenti il sindaco Alberto Silvestri, gli assessori Giovanni Giovanelli e Simone Silvestri, autorità civili e religiose. 

«Presentiamo il risultato di un ottimo lavoro di squadra tra committente, impresa esecutrice, progettista e amministrazione comunale - ha dichiarato il presidente della cooperativa Muratori di S. Felice Gianfranco Finelli – L’edificio, che comprende 22 alloggi, presenta caratteristiche antisismiche migliorative rispetto a quanto richiesto dalle normative». I lavori, durati due anni, sono costati 1,5 milioni di euro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Carambola fra quattro auto in via Giardini a Formigine, grave un'anziana

  • Sospetto caso di Dengue, disinfestazioni in tre aree della città

  • Il ladro finisce in carcere e ringrazia i carabinieri che comprano i pannolini per il figlio

  • Gravi incidenti in sequenza, martedì nero sullo snodo autostradale di Modena

  • Prevenzione dell’ictus, la Chirurgia Vascolare di Baggiovara introduce una nuova variante

Torna su
ModenaToday è in caricamento