Sisma, ristrutturata la sede della Società Operaia S. Felice sul Panaro

I lavori sono stati eseguiti dalla cooperativa Muratori di S. Felice sul Panaro

Sei anni dopo il terremoto, è stata ristrutturata anche la sede della Società Operaia di S. Felice, resa inagibile dal sisma. L’opera, eseguita dalla cooperativa Muratori di S. Felice sul Panaro (aderente a Confcooperative Modena), è stata inaugurata ieri – domenica 20 maggio - in occasione del sesto anniversario della prima scossa. Erano presenti il sindaco Alberto Silvestri, gli assessori Giovanni Giovanelli e Simone Silvestri, autorità civili e religiose. 

«Presentiamo il risultato di un ottimo lavoro di squadra tra committente, impresa esecutrice, progettista e amministrazione comunale - ha dichiarato il presidente della cooperativa Muratori di S. Felice Gianfranco Finelli – L’edificio, che comprende 22 alloggi, presenta caratteristiche antisismiche migliorative rispetto a quanto richiesto dalle normative». I lavori, durati due anni, sono costati 1,5 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pota gli alberi accanto alla linea elettrica fingendosi un addetto Hera e intasca 1.300 euro

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Chirurgia protesica del ginocchio, importante premio per il sassolese Francesco Fiacchi

  • Locale sovraffollato, denunciati i gestori e sequestrato l'Oltrecafè

  • Contromano in Tangenziale, un agente salta in guardrail e lo blocca

  • Sanità. Lo screening prenatale NIPT diventerà gratuito per tutte le donne in gravidanza

Torna su
ModenaToday è in caricamento