Sisma, ristrutturata la sede della Società Operaia S. Felice sul Panaro

I lavori sono stati eseguiti dalla cooperativa Muratori di S. Felice sul Panaro

Sei anni dopo il terremoto, è stata ristrutturata anche la sede della Società Operaia di S. Felice, resa inagibile dal sisma. L’opera, eseguita dalla cooperativa Muratori di S. Felice sul Panaro (aderente a Confcooperative Modena), è stata inaugurata ieri – domenica 20 maggio - in occasione del sesto anniversario della prima scossa. Erano presenti il sindaco Alberto Silvestri, gli assessori Giovanni Giovanelli e Simone Silvestri, autorità civili e religiose. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Presentiamo il risultato di un ottimo lavoro di squadra tra committente, impresa esecutrice, progettista e amministrazione comunale - ha dichiarato il presidente della cooperativa Muratori di S. Felice Gianfranco Finelli – L’edificio, che comprende 22 alloggi, presenta caratteristiche antisismiche migliorative rispetto a quanto richiesto dalle normative». I lavori, durati due anni, sono costati 1,5 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coop Alleanza 3.0, la Cgil conferma lo stato di agitazione dopo le denunce dei dipendenti

  • Contagio, 7 positivi a Modena. Si tratta di due focolai famigliari

  • Coronavirus, stranieri positivi rientrati in Italia e isolati. Salgono di 51 i casi in regione

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in orspedale

  • Nubifragio e allagamenti, disagi lungo la Pedemontana per gli smottamenti

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

Torna su
ModenaToday è in caricamento