homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Rientrano dalle ferie e trovano cancelli chiusi e fabbrica vuota

E' successo a Modena Est ai danni dei lavoratori della coop La Carpigiana, che ha scelto di accelerare la liquidazione coatta nonostante le trattative sindacali in corso. 38 persone senza lavoro

Non ci poteva essere inizio d'anno peggiore per i lavoratori della coop La Carpigiana Service. I 38 dipendenti della cooperativa sono infatti stati accolti in via dei Tornitori, a Modena Est, da una sorpresa molto spiacevole, quando stamattina si sono recati al lavoro al rientro dalle ferie natalizie. Ad attenderli c'erano i cancelli chiusi, la fabbrica svuotata del materiale per la lavorazione e uno schieramento di forze dell'ordine.

La situazione critica dell'azienda è nota ormai da molti mesi, contraddistinti da aspre contestazioni anche verso la ditta metalmeccanica CBM che è la committente unica dell'attività de La Carpigiana. Non erano mancati in passato episodi di tensione durante i picchetti, con il coinvolgimento delle forze di polizia e il ferimento di un operaio.

“L'atto unilaterale assunto dai vertici della cooperativa di accelerare gli esiti della liquidazione coatta mentre si era avviato un tavolo di trattativa rende il gesto ancor più grave ed inaccettabile – hanno commentato i rappresentanti della Fiom/Cgil di Modena - Da stamattina 38 lavoratori si trovano in mezzo ad una strada”. 

Il sindacato metalmeccanico ha proclamato lo stato di agitazione delle maestranze e ha chiesto ovviamente la riapertura immediata dell'azienda. La prossima settimana dovrebbe svolgersi un tavolo di confronto con le istituzioni locali, nella speranza di poter trovare una soluzione che permetta in primis la ripartenza dell'attività produttiva.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Sangue sulle strade, motociclista e pedone morti nella notte

    • Cronaca

      Veicoli con targa straniera, un sottobosco di falsi e illegalità

    • Politica

      Terremoto, summit dei sindaci modenesi per organizzare gli aiuti

    • Cronaca

      Punto da numerose vespe, muore mentre pota una siepe

    I più letti della settimana

    • Svolta nella crisi Kverneland, un imprenditore senese salva i dipendenti

    • Arriva da Modena Needo, l'asilo mobile per il welfare del futuro

    • Economia Unimore, da Chicago un riconoscimento per la finanza etica

    • La manifattura modenese? "E' da preservare come i monumenti del sito Unesco”

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento