Ceramiche Gardenia Orchidea, inizia lo sciopero dei dipendenti senza stipendio

Prime otto ore domani, visto il mancato pagamento degli stipendi da parte dell'azienda. Le sigle sindacali e la Rsu hanno pronto un pacchetto molto consistente per garantire sostegno ai 280 dipendenti di Fiorano

Quaranta ore di sciopero, le prime otto da tenersi domani – mercoledì 16 settembre – se l’azienda domani non paga gli stipendi. È la protesta decisa dai sindacati Femca-Cisl, Filctem-Cgil e dalle rsu (rappresentanze sindacali unitarie) nell’ambito della vertenza che riguarda la ceramica Gardenia Orchidea di Fiorano Modenese, che attualmente occupa circa 280 dipendenti. 

L’azienda ha presentato al tribunale fallimentare di Modena domanda di concordato in continuità (in bianco), ma i rappresentanti dei lavoratori lamentano di essere tenuti all’oscuro della situazione reale e delle intenzioni della proprietà. «Ci siamo attivati subito per avere tutte le informazioni, capire le ripercussioni della decisione di chiedere il concordato e verificare il nuovo piano industriale – spiegano Cgil, Cisl e rsu - Nonostante i ripetuti incontri con la direzione aziendale, a oggi non abbiamo ancora tutti gli elementi necessari per comprendere la situazione. Non ci è stato presentato alcun piano industriale e la proprietà non spiega se e cosa sta facendo concretamente per uscire da questa crisi.

Non ci sono stati nemmeno comunicati i dati economici e patrimoniali». Per i sindacati oggi non ci sono le condizioni minime per far ripartire gli impianti produttivi, visto che le forniture sono sospese a tempo indeterminato. Inoltre i lavoratori temono che l'azienda non riesca a far fronte alla scadenza degli stipendi, che devono essere pagati martedì 15 settembre. Per questo i dipendenti hanno dato mandato alla rsu e a Femca-Cisl e Filctem-Cgil di proclamare un pacchetto di quaranta ore di sciopero. 

Oggi l’azienda non ha pagato gli stipendi, come temevano i lavoratori e i loro rappresentanti. Oltre allo sciopero, domani i lavoratori terranno un presidio di protesta davanti ai cancelli aziendali a partire dall’alba. Nei prossimi giorni Femca-Cisl, Filctem-Cgil e le rsu decideranno date e modalità dei prossimi scioperi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

  • Sanità. Lo screening prenatale NIPT diventerà gratuito per tutte le donne in gravidanza

  • Contromano in Tangenziale, un agente salta in guardrail e lo blocca

  • Policlinico di Modena. Da Gennaio al via l'ambulatorio specializzato sulla paralisi facciale

Torna su
ModenaToday è in caricamento