Coop Estense, le nuove proteste sindacali arrivano dal Sud

Sono 147 i dipendenti in mobilità, negli ipermercato di Puglia e Basilicata della coop modenese. Le sigle sindacali hanno proclamato una giornata di sciopero, chiedendo maggiori sforzi al colosso della GDO

Brusca interruzione nella tarda serata di ieri al tavolo sindacale per l'esame congiunto della procedura di mobilità avviata da Coop Estense. Riguarda 147 dipendenti dei punti vendita della divisione sud, presenti in Puglia e in Basilicata. In attesa di essere convocati dal ministero del Lavoro, in vista della scadenza del periodo previsto per l'esame congiunto della procedura di mobilità, Fisascat-Filcams-Uiltucs hanno deciso di proclamare una giornata di sciopero e mobilitazione. Le modalità di svolgimento saranno da decidere a livello di singolo punto vendita.

Secondo Fisascat-Cisl, Filcams-Cgil e Uiltucs, la cooperativa di consumo modenese, nell'ultima parte del confronto durato più di un mese, "ha indugiato in un atteggiamento tattico che non agevola l'esito condiviso della procedura di mobilità". In sostanza, secondo le sigle, Coop Estense non ha avanzato una soluzione accettabile sul trattamento economico da applicare alle prestazioni domenicali e festive in alternativa alle attuali previsioni del contratto integrativo. L'azienda, infatti, vorrebbe "non andare oltre" il contratto collettivo nazionale. Le perplessità dei sindacati riguardano anche la proposta sull'esternalizzazione delle attività del grocery (alimentari) degli iper con maggiori problemi in termini di risultato gestionale.

"A questo punto è lecito chiedersi quali saranno gli effetti della esternalizzazione, sia pure sperimentale, sul personale che in fascia oraria diurna si è finora occupato delle operazioni di rifornimento, e se Coop Estense sia in grado di offrire loro una ricollocazione nell'ambito della propria organizzazione", incalza il segretario nazionale Fisascat Vincenzo Dell'Orefice.

La sigla Cisl, quindi, chiede a Coop di "accantonare i tatticismi" e riconoscere un trattamento economico, seppur diverso dalle maggiorazioni retributive previste dal contratto integrativo aziendale, per il lavoro domenicale e festivo prestato nei negozi della divisione sud.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Contagio, ancora due positivi nel modenese. Ennesimo decesso in Appennino

  • Covid-19 e fase acuta: a Modena il primo intervento di riparazione del tessuto polmonare

  • Cosa fare a Modena e provincia: 10 idee per il weekend

Torna su
ModenaToday è in caricamento