Tensioni all'azienda Lamieral, serrata in risposta allo sciopero Fiom

Di fronte alla scarsa presenza di lavoratori, la Lamieral di via Raimondo dalla Costa ha scelto di chiudere i battenti: La Fiom/Cgil: "Atto illegale e anti-sindacale"

Dopo tre giorni di sciopero per il contratto aziendale, oggi la proprietà della Lamieral di Modena ha deciso, intorno all’ora di pranzo, la serrata, chiudendo l’azienda e mandando a casa i pochi impiegati che erano rimasti al lavoro. In mattinata la Fiom/Cgil e i lavoratori avevano manifestato la volontà di sospendere la mobilitazione in caso di apertura della trattativa per il rinnovo del contratto. La risposta dell’azienda è pero stata la chiusura (in foto il presidio di oggi). 

“Si tratta di un atto illegale e anti-sindacale – afferma Paolo Brini della Fiom/Cgil - che riteniamo di una gravità inaudita. Un atto del genere non si vedeva a Modena da decenni. Facciamo appello alle istituzioni, a cominciare dal Prefetto di Modena, perché convochi al più presto le parti e si risolva al più presto la vertenza.” 

I lavoratori di Lamieral sono oggi al terzo giorno di sciopero per rivendicare il rinnovo del contratto aziendale, scaduto 11 anni fa.  La piattaforma è stata presentata a giugno, e sinora si è registrata la totale indisponibilità dell’azienda su tutti i punti, dal salario alle parti normative, alla richiesta di non applicare il Jobs Act. Fiom e lavoratori sono decisi a continuare il presidio e la lotta sino alla soluzione positiva della vertenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

  • Sanità. Lo screening prenatale NIPT diventerà gratuito per tutte le donne in gravidanza

  • Contromano in Tangenziale, un agente salta in guardrail e lo blocca

  • Policlinico di Modena. Da Gennaio al via l'ambulatorio specializzato sulla paralisi facciale

Torna su
ModenaToday è in caricamento