Vertenza Italpizza, SI Cobas denuncia: "Un mese dopo non è cambiato nulla"

Il sindacato autonomo denuncia l'inadempimento dell'accordo trovato in Prefettura dopo giorni di picchetto e blocchi davanti ai cancelli dell'azienda di strada Gherbella

Lunedì 7 gennaio si è svolta l'assemblea dei lavoratori Italpizza per fare il punto della situazione a quasi un mese dalla trattativa in Prefettura, che l'11 dicembre aveva visto un accordo fra sindacato SI Cobas e azienda, basato su tre punti. Tuttavia, il sindacato autonomo denuncia: "Ad oggi nessun punto è stato rispettato: dei 13 lavoratori ingiustamente licenziati o sospesi, soltanto 3 operaie sono effettivamente tornate al lavoro. Per quanto riguarda il rispetto degli orari e dei turni di riposo tutto resta come prima: lavoro a chiamata, turni da 16 ore senza riposo, nessuna pausa per mangiare, ma solo dieci minuti ogni quattro ore per andare al bagno. Segnaliamo a questo proposito la novità del marcatempo per i bagni: adesso bisogna timbrare il cartellino all'entrata dei servizi igienici, dove si attende il proprio turno a gruppi di dieci, un minuto a testa... queste sono le eccellenze modenesi".

Nessuna apertura nemmeno per quanto riguarda la verifica dei contratti, per il quale era stato chiesto di adeguare l'inquadramento alle reali mansioni svolte all'interno dello stabilimento: il SI Cobas ha quindi richiesto un incontro al Ministero del Lavoro per esigere l'applicazione del CCNL Alimentare per le centinaia di dipendenti delle cooperative Cofamo ed Evologica presenti all'interno dello stabilimento, attualmente inquadrati con contratto di pulizie e multiservizi.

Allo stesso tempo è stata fatta richiesta all'Ispettorato del Lavoro di avere accesso agli atti di ispezione di cui sono trapelate voci sulla stampa nelle scorse settimane: "Che tipo di controlli ha svolto l'ispettorato ad Italpizza? Su quanti dipendenti? È vero, come sostenuto dalle cooperative, che l'ispettorato ne aveva certificato la regolarità? Da anni nello stabilimento Italpizza vige un sistema vergognoso di sfruttamento e paura che deve finire. Lo avevamo detto già all'indomani della sottoscrizione dell'accordo, lo confermiamo oggi: la guerra ai colossi cooperativi non è affatto finita", chiosa il sindacato.. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Dossier Legambiente Mal’Aria 2019: Modena maglia nera della regione

  • Economia

    Brand Finance, il Cavallino torna sul tetto del mondo dei marchi più influenti

  • Cronaca

    Parco Novi Sad, arrestati due spacciatori di hashish

  • Attualità

    Epidemia di influenza più 'clemente' rispetto allo scorso anno: "Non bisogna abbassare la guardia"

I più letti della settimana

  • Tamponamento a catena, corriera Seta in bilico nel fosso. Diversi feriti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Ciclista travolto in via Emilia, identificati mezzo e conducente

  • Sorpresi con lo shaboo in tasca, tre filippini arrestati "in trasferta"

  • Scontro a Piumazzo, muore una automobilista di 76 anni

  • Spaccata in pizzeria, clandestino inseguito dal proprietario e arrestato dalla Volante

Torna su
ModenaToday è in caricamento