"Manodopera sottopagata", SI Cobas va all'attacco della coop Slc

Il sindacato autonomo insiste e si dice pronto alle via legali per la vertenza relativo al Centro Selezione Carni di Vignola, aperta ormai da tempo

Nuove agitazioni e querele targate Si Cobas nel distretto della lavorazione delle carni modenese. L'occasione di inoltrare denuncia ci sarà domani, quando in Tribunale a Modena si terrà la nuova udienza per decidere se interrompere la liquidazione coatta, o proseguirla con riferimento al solo Centro selezione carni di Vignola, della cooperativa Slc. 

In particolare, pende il giudizio sulla sussistenza di un'intermediazione illecita di manodopera: il sindacato segnala che per ogni ora di lavoro, al lordo di contributi e spese, la somma erogata ad ogni lavoratore era di 16 euro. Si tratta di almeno otto euro in meno rispetto al realistico costo della manodopera, calcola il Si Cobas in una nota, e quindi emergerebbe "la totale consapevolezza dell'azienda committente dell'illecita gestione da parte della cooperativa, visto che, a causa del prezzo praticato, mai avrebbe potuto versare contributi o pagare Iva". 

Nel frattempo, ricostruisce il sindacato di base, "il fratello del legale rappresentante della Slc ha fondato una nuova cooperativa che continua a svolgere la medesima attività di fornitura di manodopera" al Centro selezione carni, "al netto degli iscritti al sindacato Si Cobas licenziati nel marzo 2016". 

(DIRE)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Benefici delle piante grasse: 5 motivi per cui averle favorisce la salute

Torna su
ModenaToday è in caricamento