Suoni d’Appennino, dal convegno di Sestola un appello a soluzione organiche per la montagna

Si è conclusa Domenica 7 Luglio, nella cornice della Rocca di Sestola, la due giorni dedicata alle problematiche del territorio dell’Alto Appennino e alle possibili soluzioni per favorire uno sviluppo sostenibile del territorio stesso, promossa da UNCEM, Uni BO e dalla Regione Emilia-Romagna.

Dopo la giornata di Sabato 6 che ha visto succedersi gli interventi di alcuni tra i più qualificati ed importanti scienziati di livello nazionale ed internazionale ed è stata conclusa dall’intervento dell’Assessore alla Agricoltura della regione Emilia-Romagna Simona Caselli, la giornata di Domenica è stata dedicata prevalentemente ai contributi dei rappresentanti del mondo economico ed imprenditoriale.

Il quadro che ne è emerso è che, nonostante la Montagna, nel suo complesso, produca circa il 10% del pil italiano manca ancora una politica nazionale che affronti le problematiche di questi territori in maniera organica. Esistono realtà in grado di supportare con know how ed expertise le start up che dovessero essere create così come Istituti di Credito come la Bper banca già oggi sostengono realtà presenti sul mercato.

La necessità di evitare lo spopolamento del territorio è emersa in molti degli interventi, così come, per l’Appennino Emiliano-Romagnolo, è stata evidenziata la necessità di superare la stagionalità del turismo per favorire una presenza costante di ospiti diversificando l’offerta perché, nonostante esistano eccellenze imprenditoriali legate a settori diversi, è sul turismo sostenibile che il territorio montano deve puntare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le conclusioni del Presidente della Regione Stefano Bonaccini hanno enfatizzato quest’ultimo concetto elencando gli interventi, anche economici, della Regione e sottolineando come questi vogliano favorire un Turismo rivolto in particolare al settore sportivo. Bonaccini ha sollecitato le Comunità locali a fare squadra lavorando su obiettivi comuni in modo da poterli raggiungere più facilmente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

Torna su
ModenaToday è in caricamento