Accademia Balamico Tradizionale. Assaggi e la presentazione di un libro dedicato

Ultima giornata di assaggi e la presentazione di un libro dedicatoDomani, sabato 2 dicembre, il Palazzo Ducale di Modena apre le porte al mondo del Balsamico: si svolge qui l'ultima giornata di assaggi di "allenamento" per il 2017 dei Maestri e Assaggiatori della Consorteria, in cui sono coinvolte oltre 110 persone. Segue la presentazione del libro "Il Mito della Memoria" di Stefano Magagnoli e Stefano Veratti. E' invitata la stampa modenese

40 Maestri, 25 Assaggiatori, 40 fra Allievi e Aspiranti Allievi e una mezza dozzina di neofiti che per la prima volta si avvicinano in maniera "ufficiale" al mondo del Balsamico Tradizionale si danno appuntamento domani, sabato 2 dicembre, al Palzzo Ducale di Modena. Qui a partire dalle 14 prende il via un rito importante, che coinvolge oltre 110 persone: l'ultima giornata di assaggi di allenamento per la Comunità modenese della Consorteria.

Sono in programma anche visite guidate all'Acetaia Ducale, che oggi rivive proprio grazie alla Consorteria del Balsamico Tradizionale di Spilamberto; l'Acetaia è collocata all'interno del Torrione del Prato - proprio nel luogo dove l'aveva originariamente voluta il Duca Francesco IV – e i Maestri della Consorteria ne hanno curato l'avvio e la messa a punto quattro anni or sono; oggi sorvegliano quotidianamente le botti, si occupano dei rincalzi e dei prelievi.

Alle 16 il protagonista è il libro "Il Mito della memoria" (Artestampa edizioni) di Stefano Magagnoli e Stefano Veratti e a presentarlo saranno gli stessi autori, introdotti dal Gran Maestro della Consorteria Maurizio Fini e da Luca Gozzoli, ex Gran Maestro. Il volume vuole ricostruire una storia documentata degli aceti balsamici di Modena, muovendosi sullo stretto crinale che separa storia e leggenda. Miti e leggende, che accompagnano ogni prodotto tipico, e in cui confluiscono verità, verosimiglianze e invenzioni. Ogni prodotto tipico ha un'identità bifocale: da un lato, la sua evoluzione e quella delle tecniche di lavorazione e dell'organizzazione dei mercati. Dall'altro, il racconto che lo circonda, che prende spesso le sembianze di un ingiallito album fotografico di famiglia. Identità bifocale, che costituisce il fascino fatale dei prodotti "made in history".

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • A Modena il 4° convegno di Oncologia integrata

    • Gratis
    • 8 marzo 2020
    • Forum Monzani
  • Le materie prime e i loro retroscena, un ciclo di conferenze

    • Gratis
    • dal 22 gennaio al 28 febbraio 2020
    • Comparto Sant'Eufemia
  • Centro Alpino Italiano, al via i lunedì del CAI di Sassuolo

    • Gratis
    • dal 10 febbraio al 30 marzo 2020
    • CAI

I più visti

  • Il Carnevale vien di notte, a Formigine i carri sfilano (anche) al calar del sole

    • Gratis
    • dal 20 al 25 febbraio 2020
    • Centro Storico
  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "9 Gennaio 1950- 9 Gennaio 2020: la memoria della città", in mostra ad AGO

    • dal 9 gennaio al 8 marzo 2020
    • AGO Modena Fabbriche Culturali
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento