"Arte Urbana tra istituzioni e illegalità", tanti ospiti per l'incontro sulla Street Art firmato EstatOff

Mercoledì 26 giugno, dalle 21.00, all’ EstatOFF di Modena riparte la rassegna MoCu Speaks, ideata e coordinata da MoCu – Modena Cultura, il progetto editoriale di Associazione Culturale Stòff. Il terzo appuntamento, sarà “Arte Urbana tra istituzioni e
illegalità”.
Una serata interamente dedicata al tentativo di portare chiarezza, offrire spunti di riflessione e accendere una scintilla di interesse sulla tematica molto discussa che colloca il concetto di arte urbana tra i muri di strada e quelli dei musei, al confine tra
illegale e istituzionale.

Alle spalle dell’opera “Soldatini”, che Collettivo FX ha recentemente dipinto su uno dei muri di EstatOFF, dialogheranno Giorgio De Mitri, fondatore di Sartoria Comunicazione e della Fondazione de Mitri, Fausto Ferri, storico Responsabile degli allestimenti presso
la Galleria Civica di Modena, Pietro Rivasi, curatore e collaboratore di alcuni tra i più importanti siti web, riviste e istituzioni di settore, e Roberto Solomita, sindaco di Soliera, che durante la sua amministrazione ha portato avanti diversi progetti legati all’arte
urbana. Gli ospiti interverranno sul tema anche attraverso le loro esperienze personali, molto differenti tra loro, e saranno moderati da Elia Mazzotti Gentili della redazione di MoCu magazine.

Collettivo FX è un gruppo di artisti tra i più attivi nel panorama italiano appartenente alla “street art” in senso stretto, realizza nello spazio urbano illustrazioni con un fortissimo valore site specific. La ricerca sulla storia dei luoghi dove dipingere è l’anima stessa del lavoro del Collettivo, che spesso privilegia il contenuto allo stile e che fa dell’urgenza espressiva un suo leitmotiv che ne rende inconfondibile il tratto.

Giorgio De Mitri è un direttore creativo, editore e curatore italiano. Ha fondato e dirige Sartoria Comunicazione di Modena. È fondatore e presidente della Fondazione de Mitri di Modena dedicata all'arte e alla cultura, ed editore della rivista Cube. Il suo percorso professionale attraversa la scena del cinema e del teatro, della club culture, la produzione editoriale, la moda e l'arte, portandolo a sviluppare un approccio alla comunicazione integrata per grandi marchi che si basa sull'incontro tra le esigenze commerciali delle aziende e quelle espressive di artisti come Delta, Futura, Mode 2, Tom Sachs e il duo Osgemeos.
 
Fausto Ferri è il  Responsabile allestimenti della Galleria Civica di Modena. Negli anni ha avuto modo di lavorare al fianco di numerosissimi artisti come Gilberto Zorio, Giovanni Anselmo, Marco Gastini, o gli artisti modenesi Franco Vaccari, Carlo Cremaschi e Wainer Vaccari, senza dimenticare Lucio Riva, Giuliano Della Casa o Davide Benati.
 
Pietro Rivasi è un collaboratore di alcuni tra i più importanti siti web e riviste di settore e della Biblioteca d’Arte Luigi Poletti di Modena per la bibliografia su writing e street art. È stato organizzatore del festival ICONE, dedicato all’arte urbana, dal 2002 al 2013, portando a Modena e provincia artisti come Ericailcane, Bastardilla, Blu, Stak, Honet, Escif, Francesco Barbieri, Herbert Baglione e molti altri. Tra il 2009 ed il 2012, ha curato le esposizioni dello Spazio Avia Pervia e dal 2012 è socio di D406 Fedeli alla linea,
galleria specializzata in disegno ed illustrazione. Nel 2015 ha collaborato a “The bridges of graffiti“, mostra collaterale alla 56esima Biennale di Venezia, in qualità di curatore delle “Talks” e co-curatore del bookshow. Nel 2016, a Modena, ha curato
“1984. Evoluzione e rigenerazione del writing” per la Galleria Civica di Modena. È inoltre membro del team nazionale di esperti di street art promosso da INWARD.
 
Roberto Solomita, Sindaco del comune di Soliera dal 2014, e riconfermato alle ultime elezioni, durante la sua amministrazione ha portato avanti diversi progetti legati all’arte urbana. Nel 2015, Giorgio Bartocci ha realizzato la copertura del ponteggio lungo la torre del Castello Campori, l’edificio simbolo di Soliera, interessato dai lavori di ristrutturazione e recupero post-sisma. Nel 2017, “Artline. Arte e design alle fermate dell’autobus”, concorso per la selezione e successiva realizzazione di opere d’arte da esporre nelle teche di alcune
pensiline d’autobus di Soliera, che ha visto vincitore Aris, artista italiano di fama internazionale. Infine, giusto qualche settimana fa, in accordo con il Consiglio di Quartiere, il Comune ha invitato un gruppo di writers a dipingere gli oltre duecento metri di pannelli che separano la ferrovia da un parco realizzato con la raccolta fondi civica nell’ambito del progetto partecipativo Ataldegmè.

Ingresso gratuito e riservato ai soci dell’Associazione Culturale Stòff.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • 75° Giornata della Memoria: ecco tutti gli appuntamenti a Sassuolo

    • da domani
    • dal 25 gennaio al 3 febbraio 2020
  • Spiritualità e materialismo, un ciclo di incontri a cura dell'Associazione Culturale Modenese Porta Saragozza

    • Gratis
    • dal 6 novembre 2019 al 5 febbraio 2020
    • Circolo degli Artisti
  • “Ritorno a casa”, Federica di Luca presenta a Modena il suo nuovo libro

    • solo domani
    • Gratis
    • 25 gennaio 2020
    • Libreria Il Cercalibro

I più visti

  • "Keine Papiere. Senza le carte di identità", in mostra la street art che diventa impegno sociale

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Biblioteca Poletti
  • Un nome, un destino: inaugura a Palazzo dei Musei la mostra "Nomen Omen"

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Palazzo dei Musei
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Piccoli Tesori di Latta", inaugura nella Chiesa di San Carlo la mostra di giochi d'epoca

    • Gratis
    • dal 7 dicembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Chiesa di San Carlo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento