Butchers for children, happening solidale e tanta carne a Campogalliano

Marco Tassi

Promuovere la solidarietà, l'infanzia e dare una mano a chi ne ha più bisogno, celebrando la carne di qualità. È questa l'idea alla base di “Butchers for children”, evento creato quattordici anni fa da Dario Cecchini, uno dei macellai più famosi del mondo, che domenica 28 giugno approda a Campogalliano. Dalle 10 di mattina alle 15 il Museo della Bilancia di via Garibaldi 34/A aprirà le porte per un happening carnivoro rivolto a grandi e piccini, con giochi, musica, divertimento e ovviamente tanta buona carne.

Nel corso della giornata sarà inaugurata la prima esposizione nazionale di attrezzature storiche e tradizionali della lavorazione artigianale delle carni. I visitatori potranno anche degustare piatti di carni e salumi preparati da una cinquantina di macellai provenienti da tutta Italia. Lo spazio antistante al Museo sarà allestito con gazebi e tavolate. Con un’offerta minima di 10 euro sarà possibile assaggiare le varie specialità regionali, assistere ad uno show cooking del serial griller televisivo Matteo Tassi e contribuire così a sostenere un progetto di apprendimento scientifico rivolto ai bambini non vedenti e ipovedenti. Il tutto in un’atmosfera di festa, musica e giochi per i più piccoli, all’insegna della convivialità e del piacere di stare insieme per finanziare un progetto destinato all’infanzia.

I “Butchers for children” sono una rete di macellai che unisce gli artigiani delle carni dal Nord Italia alla Puglia, Isole comprese, nata nel 2001 per iniziativa di Dario Cecchini dell’Antica Macelleria Cecchini di Panzano in Chianti. La prima raccolta fondi venne destinata all’Ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Da allora la staffetta benefica dei Butchers non si è mai fermata, trasferendo il testimone da Panzano a Milano, passando per Mirano, Asiago, Sovizzo (Vi), Treviso e Carpi, nel 2013, in piena ricostruzione post-terremoto. 

"Butchers for Children funziona”, spiega Roberto Papotti dell’omonima Macelleria di Fossoli di Carpi, “perché è nata in modo spontaneo ed è rimasta tale negli anni, lontana da logiche politiche o dinamiche poco costruttive. A guidarci sono la solidarietà e il piacere di stare insieme. Ci impegniamo perché siamo convinti che le soddisfazioni non possano terminare dietro al bancone della macelleria. Organizzare questi eventi insieme a colleghi e amici, ci fa sentire più forti e più ricchi. In un momento come questo in cui la figura del macellaio è a rischio di estinzione, teniamo duro, andiamo avanti e pensiamo a ciò che possiamo fare noi per gli altri e non a ciò che gli altri possono fare per noi", conclude Papotti, ricordando che le macellerie, ormai affossate dalla grande distribuzione organizzata, sono attività sempre più rare.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Keine Papiere. Senza le carte di identità", in mostra la street art che diventa impegno sociale

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Biblioteca Poletti
  • Un nome, un destino: inaugura a Palazzo dei Musei la mostra "Nomen Omen"

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Palazzo dei Musei
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Piccoli Tesori di Latta", inaugura nella Chiesa di San Carlo la mostra di giochi d'epoca

    • Gratis
    • dal 7 dicembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Chiesa di San Carlo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento