Cena con l'autore, la giallista Ilaria Tuti nel chiostro della biblioteca Delfini

Leccornie vegetariane d’ispirazione letteraria e ottimi vini serviti nel chiostro della biblioteca, per passare una serata diversa all’insegna della cucina di ottimi chef e facendo conoscenza con una scrittrice giallista italiana di cui si sta parlando molto. Nuovo appuntamento di “A cena con l'autore”, venerdì 8 giugno alla Biblioteca Delfini in corso Canalgrande 103 con incontro pubblico in Sala conferenze alle 18.30 e cena nel chiostro alle 21, su prenotazione, con gli chef di Modena a Tavola.

La nuova “signora in giallo” protagonista dell’incontro è Ilaria Tuti, autrice friulana che ha fatto molto parlare di sé col thriller psicologico “Fiori sopra l'inferno”.

Gli appuntamenti sono ideati e condotti da Bruno Ventavoli, direttore di “Tuttolibri” del quotidiano “La Stampa”, che invita le autrici a raccontarsi in pubblico e a dialogare con gli ospiti a tavola.

Le portate della cena, ispirate alla scrittrice e ai suoi libri, nascono dalla maestria di Beatrice Brunetti, chef al ristorante l'Incontro di Carpi dopo importanti esperienze all'estero, e Giovanni Cuocci della Lanterna di Diogene di Solara, cultore della tradizione culinaria emiliana nella sua accezione più genuina.

Protagonista del libro di Ilaria Tuti è, invece, l'eroina fuori dagli schemi Teresa Battaglia, commissaria specializzata in profiling (la disciplina che studia la psicologia criminale). Emozionante nella sua fragilità, è una donna di quasi sessant'anni che combatte contro la solitudine e i vuoti di memoria. “Fiori sopra l'inferno”, ambientato nelle montagne friulane care all'autrice, è stato al centro dell'attenzione all'ultima Fiera di Francoforte.

La serata inizia alle 18,30 con l'incontro con l'autrice a ingresso libero in sala conferenze. Alle 21 segue la cena, riservata e su prenotazione (informazioni e prenotazioni alla Biblioteca Delfini, tel 059 2032940), che si svolge all'aperto nel chiostro di palazzo Santa Margherita. Il costo è di 30 euro a persona.

Creatività a cavallo tra Emilia e Friuli nel menu creato dagli chef di “Modena a Tavola” in omaggio all'autrice: “Lucidità di sapori” (verdure di stagione condite in differenti modi), “Suggestioni dal Friuli” (orzo con porri e mele, crema al Montasio e fiori di zucca croccanti), “Fragilità e decisione” (sformato di ricotta con aceto balsamico e insalata officinale), “La natura più pura” (Foresta nera, mandorle e ciliegie). Selezione di vini della cantina Paltrinieri.

Il terzo e ultimo appuntamento sarà lunedì 25 giugno con Barbara Baraldi, autrice mirandolese vincitrice del premio Buk 2018 con il romanzo “Osservatore oscuro”, e gli chef Anna Maria Barbieri di Antica Moka e Stefano “Straniero” Corghi dell'Enoteca Il luppolo e l'uva.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Keine Papiere. Senza le carte di identità", in mostra la street art che diventa impegno sociale

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Biblioteca Poletti
  • Un nome, un destino: inaugura a Palazzo dei Musei la mostra "Nomen Omen"

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Palazzo dei Musei
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Piccoli Tesori di Latta", inaugura nella Chiesa di San Carlo la mostra di giochi d'epoca

    • Gratis
    • dal 7 dicembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Chiesa di San Carlo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento