Setti in concerto al Castello Campori con il nuovo disco

Domenica 2 dicembre, alle ore 18, appuntamento d’eccezione a Soliera con il concerto di Setti nelle sale del Castello Campori che ospitano la mostra di arte contemporanea “Intra moenia. Collezioni Catellani”. Il live è ad ingresso gratuito e prevede anche un aperitivo.

Modenese, classe 1985, Nicola Setti è un cantautore di culto. A Soliera presenterà il suo nuovo album “Arto”, conducendo il pubblico attraverso una sorta di geografia interiore, salgariana, non mancando di intersecarla a un romanzo generazionale tascabile. Un racconto apparentemente sconclusionato, senz’altro bizzarro, a volte triste, altre decisamente gioioso. Tra la cui pagine nascono amori già finiti prima di cominciare, si disquisisce su miseri avanzi di pranzo, si organizzano barbecue come scusa per fare tabula rasa di brutti ricordi. Poi ci sono i concerti, quelli che possono segnarti la vita al netto di una imprevista coda in autostrada, gli album con le foto delle ex, John Grant da cantare dall'alto di uno scoglio, i ricordi, la malinconia, il cuore di legno. Nicola Setti si esprime attraverso un linguaggio sottile, sorprendente, ricco di sfumature, di ironia, di metafore, illustrando il proprio universo con dei rapidissimi flash.

La produzione di “Arto” è stata curata da Luca Mazzieri dei A Classic Education, a suonare le canzoni allineate nel disco figurano anche alcuni componenti dei Baseball Gregg e degli Smash, Valentina Gallini degli Avocadoz presta la voce in un paio di brani. Setti spiega che il suo è un album solista messo assieme da un lavoro di gruppo. Un’intesa appagante, soprattutto per chi ascolta, che riconcilia con quell'universo salgariano nel quale ognuno di noi dovrebbe immergersi per un solo attimo, almeno una volta nella vita.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • “Vita dei grandi nella musica”: quattro appuntamenti per conoscere la musica classica

    • dal 27 gennaio al 6 aprile 2020
    • Centro 'Via Vittorio Veneto’

I più visti

  • "Keine Papiere. Senza le carte di identità", in mostra la street art che diventa impegno sociale

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Biblioteca Poletti
  • Un nome, un destino: inaugura a Palazzo dei Musei la mostra "Nomen Omen"

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Palazzo dei Musei
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Piccoli Tesori di Latta", inaugura nella Chiesa di San Carlo la mostra di giochi d'epoca

    • Gratis
    • dal 7 dicembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Chiesa di San Carlo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento