Curiosità Modenesi | I luoghi della Modena Napoleonica

Un viaggio tra i luoghi che ripercorrono la storia di Napoleone a Modena e nei dintorni

In ogni città, paese e borgo italiano c'è sempre una scritta "Qui è passato Napoleone", ma quali sono i luoghi modenesi in cui l'imperatore francese passò, e nei quali determinò la storia del nostro territorio? Un viaggio nella Modena Napoleonica.

Palazzo Campori

In questo palazzo di via Ganaceto, davanti al quale sarete passati davvero tante volte, il 19 Giugno arrivò Napoleone e ne fece la sua residenza. Immaginate che la via era affollata di soldati, granatieri e guardie, in attesa di vedere dalle finestre il proprio condottiero. 

Le Scuderie Ducali

Le scuderie dei duchi sono un altro luogo di passaggio di Napoleone, perché infatti quando si stanziò a Palazzo Campori, una lunga fila di ufficiali e sottoufficiali andò a trovarlo, tutti con bellissimi cavalli. Napoleone allora chiese dove avessero preso quegli animali, e loro gli indicarono le scuderie Ducali dell'Accademia, e il francese non ci pensò due secondi a fare proprie quelle bestie. 

San Pietro e San Domenico

Quando Napoleone ripartì per la sua campagna militare, a Reggio tornarono gli Estensi e così a Modena, così iniziò una ribellione, durante la quale vennero obbligati i monaci delle chiese di San Pietro e San Domenico a consegnare alla città denaro, pane e vino.

Piazza Grande

Qui venne portato un pioppo, e fra gli applausi fu eretto nel mezzo della piazza. Era stato ribatezzato "l'albero della libertà", i modenesi raggiunsero l'albero, ma ecco che i soldati del duca attaccarono. Tutti fuggironoe una donna riestò uccisa. I soldati inseguirono le persone per le strade e persino dentro il duomo. 

Cittadella di Modena

I francesi il 6 ottobre tornarono a Modena e si diressero prima di tutto presso la Cittadella, dove pensavano di sconfiggere definitivamente i soldati Estensi e invece non fu così. Infatti, ne trovono all'interno pochi. 

Zona Madonnina

Quando Napoleone a metà ottobre tornò a Modena, i modenesi napoleonici gli andarono incontro nella zona Madonina. Una volta arrivato in città , staccarono i cavalli dalla carrozza, si misero alle stanghe, trottarono fino in città, arrivarono con un palmo di lingua fuori. La maggior parte dei modenesi vedeva in Napoleone un liberatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pota gli alberi accanto alla linea elettrica fingendosi un addetto Hera e intasca 1.300 euro

  • Droga letale, un altro ragazzo muore per overdose in zona Sacca

  • Chirurgia protesica del ginocchio, importante premio per il sassolese Francesco Fiacchi

  • Un giro di spaccio dietro la "copertura" di un autolavaggio. Sequestrato anche un mitra da guerra

  • Locale sovraffollato, denunciati i gestori e sequestrato l'Oltrecafè

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

Torna su
ModenaToday è in caricamento